Dopo mesi di polemiche sulle sue frequentazioni, quando era ancora minorenne, con Silvio Berlusconi, si torna a parlare di Kharima el Marhoug, conosciuta da tutti come Ruby Rubacuori. La 20enne marocchina, considerata dal Cavaliere (e dal Parlamento italiano) egiziana e parente di Mubarak, secondo quanto scrive Il Corriere Mercantile, è indagata per molestie e disturbo alle persone dalla procura di Genova. L’accusa è di aver offeso e insultato a più riprese l’ex compagna di Luca Risso, attuale marito di Ruby.
A presentare la denuncia è stata proprio la vittima delle offese, il cui nome dovrebbe corrispondere a Serena Facchineri, come si deduce da vecchie carte che riguardano l’inchiesta giudiziaria sul bunga bunga in cui Ruby è stata coinvolta.
L’ex fidanzata di Risso ha mostrato anche degli sms inviati da Kharima, che nelle scorse ore è stata raggiunta dall’avviso di conclusioni delle indagini affidate alla squadra di poliziaria giudiziaria. Il pm che si occupa del caso è Biagio Mazzeo.

Ricordiamo che, sempre in base ad atti giudiziari e alle intercettazioni svelate dai giornali, è emerso che la relazione tra Risso e Ruby è iniziata quando l’imprenditore era ancora fidanzato, almeno ufficialmente, con la Facchineri (peraltro anche ex socia dell’uomo).

Tra gli ultimi avvistamenti pubblici di Ruby ricordiamo quello risalente ad aprile scorso, quando inscenò una plateale protesta nei pressi del tribunale di Milano, smentendo di essere mai stata una prostituta e chiedendo rispetto a magistrati e media. In quegli stessi giorni, la marocchina rilasciò alcune interviste (anche a Servizio Pubblico) nella quali ammise di aver detto in passato alcune “frottole”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto