Marco Mengoni torna a parlare della sua presunta omosessualità, e commenta:

“Non mi interessa cosa dicono di me. Mi preoccupo solo del mio pubblico, dell’amore che metto in un disco. Non voglio essere un sex symbol. Continuino a chiedersi se sono gay all’infinito: ci gioco sopra… Purtroppo in questo Paese basta mettersi il rimmel per essere subito attaccato sulla sessualità. Il trucco fa spettacolo e non capisco perché ci si scandalizzi. Guardo indietro e vedo Mick Jagger e David Bowie, erano artisti liberi di esprimere se stessi e questo per me è fondamentale. Chi mi porto a letto non ha nulla a che fare con il mio lavoro.”

Mengoni, chapeau!

Fonte: Tu Style

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto