“È una grande delusione: si tratta del mio secondo progetto di vita e speravo fosse l’ultimo”

Commenta così Patrizia Pellegrino la fine del suo secondo matrimonio, quello con Stefano Todini, celebrato nel 2008. Non è però un fulmine a ciel sereno, visto che la coppia era in crisi già da tre anni, culminata con il tradimento di lui nel 2011. Allora la Pellegrino diceva così, spiegando la sua decisione di perdonare:

Abbiamo ritrovato il dialogo ma è presto per parlare di riconciliazione. Lui ha detto che si è trattato solo di una sbandata. E io sono pronta a perdonare, ma voglio che lui torni con il corpo, la testa e soprattutto il cuore. Se tornasse sulla spinta dei sensi di colpa o di un ragionamento sarebbe la cosa peggiore.

A quanto pare, però, la buona volontà non è bastata e dopo nove anni di fidanzamento e cinque di matrimonio è arrivato il momento di dirsi addio, come racconta lei stessa al settimanale Diva e Donna:

È stato lui a mettermi di fronte al fatto compiuto in modo improvviso. Fino a Natale la nostra unione sembrava potesse riprendersi dalla crisi, poi lui ha cambiato strada e tramite avvocati mi ha fatto sapere che desiderava cominciare una nuova vita. Mi ha lasciato qui a casa da sola, amareggiata e delusa. Non abbiamo più alcun tipo di rapporto, da qualche mese non lo vedo più.

A prendere questa drastica decisione è stato quindi lui, nonostante gli sforzi della Pellegrino di tenere in piedi l’unione:

Per molto tempo ho pensato che quella di Stefano fosse una crisi passeggera ed ero pronta a riaccoglierlo a braccia aperte: ho aspettato, per tre anni e mezzo, che cambiasse idea e ho difeso il nostro rapporto con i denti. Ma ora sono dovuta arrivare alla conclusione che questo suo distacco, questo abbandono, la lontananza “fisica”, sia un modo di dirmi che non mi ama più. Ma adesso sto meglio, ho ritrovato il mio equilibrio.

Un equilibrio che la tesa situazione familiare le aveva tolto, al punto che si è dovuta affidare alle cure di uno psicologo:

Ero arrivata ad avere delle crisi di panico prima di entrare in scena quando, nel 2011, mi ha tradito la prima volta. Mi sono dovuta curare con gli psicofarmaci, lottando per ritrovare quell’equilibrio che mi aveva tolto lui, un equilibrio necessario per fare andare avanti la mia vita, la famiglia, i miei figli, il lavoro.

La fine di un matrimonio, specialmente quando non è voluta, è sempre un duro colpo da incassare. Ma il tempo potrà aiutare certamente Patrizia Pellegrino a ritrovare il sorriso.

Foto | Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più