Matrimonio Belen e Stefano, anche don Marco rinuncia. Arriva la nota ufficiale dei due sposi.

Anche don Marco Pozza va in ritirata. Belen, stufa dei pettegolezzi, rilascia un comunicato ufficiale: lei e Stefano avrebbero scelto da tempo un altro sacerdote vicino alla famiglia De Martino. Chi dice il vero?

Aggiornamento del 9 settembre

E dopo don Roberto rinuncia anche don Marco. I motivi sono sempre gli stessi: troppo gossip che "rischia di trasformare un sacramento in una carnevalata". A questo si aggiunga che il sacerdote non è riuscito a incontrare gli sposi, come invece aveva espressamente richiesto:

Non ho mai data per certa la mia presenza, ma ho semplicemente dato la mia disponibilità all'amico parroco don Cavazzana, che ha seguito il loro cammino di preparazione, a celebrare questa cerimonia al posto suo. La mia presenza, come ho fatto presente telefonicamente alla signora Giorgia Matteucci (wedding planner del matrimonio, ndr), era legata a una semplice condizione: poter incontrare i due fidanzati personalmente prima del giorno del loro matrimonio. Tale richiesta, fatta giovedì, ha ottenuto soltanto rimandi. Sono venute dunque a mancare le condizioni per fare in modo che un sacramento non venga triturato dal gossip.

Questa la versione del giovane sacerdote, come si legge sul Corriere del Veneto, versione che però non sembra andar giù ai futuri sposi, in particolare alla sposa che ribatte con una nota ufficiale:

Io e Stefano chiediamo che venga posta la parola FINE a tutte queste chiacchiere relative alla scelta del Prete per le nostre nozze. Abbiamo scelto di affidare la cerimonia ad una persona di fiducia, una persona legata alla famiglia di Stefano da sempre. La scelta non è mai stata messa in dubbio, l'avevamo deciso fin dall'inizio. Siamo molto credenti, il sacramento del matrimonio è una cosa molto importante per noi ed è per questo che vogliamo far cessare queste inutili discussioni.

Il 'prescelto' pare essere don Luigi, padre spirituale della famiglia dello sposo, che conosce Stefano da tempo. Sempre che non si tiri indietro anche lui all'ultimo momento...

Don Marco Pozza celebrerà le nozze di Stefano e Belen

Aggiornamento dell'8 settembre

Il Mattino di Padova ha rintracciato don Marco Pozza, cappellano del carcere padovano Due Palazzi, che è indicato come il sacerdote che il 20 settembre unirà in matrimonio Belen e Stefano, dopo il forfait dato da don Roberto, infastidito dalla risonanza mediatica delle nozze. Don Marco, giovane sacerdote conosciuto a Padova come don Spritz, si è detto felice di poter officiare questa unione, anche se precisa che manca ancora l'ufficialità perché deve incontrare prima gli sposi:

L’altra sera mi ha chiamato una assistente di Belen chiedendomi la disponibilità a sposare lei e Stefano. Le ho detto di sì, perchè so che hanno fatto un percorso di preparazione con il mio caro amico don Roberto. Però ho anche detto che li voglio prima incontrare, per parlare insieme a loro del matrimonio che andiamo a fare, perchè il matrimonio è una cosa seria, non sono disposto a presentarmi sull’altare senza prima aver conosciuto le persone che sposo.

E, come se non bastasse, don Marco avrebbe persino scherzato su questa possibilità:

Per me che passo tutti i giorni in carcere tra i detenuti, sposare la donna più bella del mondo è un regalo del cielo!

In realtà, lasciando da parte le burle, il prete ha un motivo molto serio per cui accettare di rivestire un ruolo che sarà certamente al centro del gossip e della stampa dei prossimi giorni:

Se sarò io a celebrare il matrimonio di Belen e Stefano, vorrà dire che sarà anche l’occasione per parlare ai giornali e alle televisioni del carcere in cui lavoro, della bellezza che è possibile scoprirvi all’interno, del cammino di fede profonda che qui ho riconosciuto sui volti di persone che si erano macchiate di delitti, o parlare delle attività lavorative del Due Palazzi che rendono l’uomo consapevole e lo aiutano a superare il proprio dolore.

Ci riuscirà?

Don Roberto Cavazzana rinuncia a celebrare le nozze: troppo gossip

Mancano solo due settimane al matrimonio tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino e i due futuri sposi si sono trovati da un giorno all'altro senza sacerdote, o almeno senza quello che avevano scelto come officiante. Don Roberto Cavazzana, il parroco di Rovolon, conoscente della showgirl che ha seguito i due fidanzati nel percorso che li ha poi condotti alle nozze, ha infatti rinunciato 'all'incarico', spiegando la sua scelta con la troppa attenzione mediatica che questo matrimonio ha suscitato:

Il matrimonio di Belen e Stefano ha avuto troppo clamore e si rischia che passi in secondo piano il vero significato della cerimonia, che è un sacramento.

Don Roberto ha poi aggiunto, non gradendo forse i numerosi servizi - anche posati - pubblicati da varie riviste di gossip:

Con il passare del tempo tutto è degenerato, e ormai il tutto è diventato un evento mediatico.

Il sacerdote non intende però lasciare i futuri sposi in balia di se stessi, e avrebbe anzi trovato già un sostituto, che dovrebbe essere don Marco Pozza, anche lui sacerdote del Padovano. Salvo ripensamenti, quindi, dovrebbe essere lui a celebrare il matrimonio dell'anno.

Stefano e Belen si uniranno in matrimonio all'Abbazia di Santo Spirito, a Comignago, sulle rive del Lago Maggiore. Il parroco del posto, don Benigno Sulcis, anche se non è stato interpellato dalla coppia, sarebbe però disponibilissimo a celebrare le nozze:

Certo che li sposo se vogliono, non sono il lupo mannaro. I pettegolezzi se ci sono si devono accettare... Sono venuti a chiedermelo poi non ho saputo nulla. Leggo tutto sui giornali.

Don Sulcis scherza anche sul motivo per il quale Belen e Stefano hanno preferito trovare altrove un officiante:

Forse sarà perché sono brutto e non conosco il mondo delle spettacolo. Però sono piccolo e occupo poco spazio.

Quanto al fatto che queste nozze siano al centro dell'attenzione e del gossip, don Benigno non ha dubbi:

I pettegolezzi non mi preoccupano, l'importante è che gli sposi si vogliano bene. Io faccio il sacerdote, è mio dovere sposare chi lo vuole fare.

Il suo ragionamento, a dire il vero, non fa una piega. Fossi in Belen un pensierino su di lui ce lo farei.

Fonte | Repubblica

  • shares
  • Mail