Probabilmente sarebbe potuta andare peggio per Robinho. Il calciatore brasiliano in forza al Milan ha ricevuto una brutta sorpresa poche ore fa: i ladri sono entrata nella sua casa in zona San Siro (precisamente sita in via Palatino) e hanno rubato alcuni anelli e un orologio del valore di 30 mila euro.
Secondo quanto è stato ricostruito, l’attaccante brasiliano era uscito di casa per recarsi all’aeroporto di Malpensa a prendere la moglie Vivian Guglielmetti Junits e i figli Robson Junior e Gianluca. In questo lasso di tempo nel quale l’immobile è rimasto incustodito (a quanto pare non sarebbe stato attivato l’allarme, che infatti non risulta manomesso) hanno potuto agire i malviventi, che sono riusciti a non lasciare impronte digitali. A quanto pare i ladri hanno scavalcato la recinzione che protegge la casa di Binho e, dopo aver forzato la porta d’ingresso, si sono introdotti nella camera da letto del giocatore. Qui hanno frugato in cassetti e armadi e sarebbero stati particolarmente attirati da un portagioie, di cui hanno ovviamente fatto razzia.

Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio e per il momento non è stato commentato dal diretto interessato, che proprio domenica scorsa era tornato al gol con il Milan nella gara disputata contro il Cagliari.
Insomma, una spiacevole vicenda che però per fortuna non ha procurato danni irrimediabili al campione brasiliano. Il quale potrà dunque tornare ad allenarsi regolarmente. Ricordiamo che lo scorso gennaio il calciatore voleva lasciare il Milan e l’Italia perché sfiancato dalla malinconia della sua terra (la classica saudade). Poi cambiò idea. Chissà se questo episodio possa far tornare nell’animo di Binho nuovi fantasmi.

Foto via Instagram

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto