Tempi dure per le star. Uno non può neanche farsi un red carpet in santa pace che subito arrivano a fargli le pulci. Questo deve aver pensato George Clooney, alla Settantesima Mostra del Cinema di Venezia per presentare il film Gravity, quando gli hanno comunicato che potrebbe essere multato a breve. Motivo? Il divo hollywoodiano sarebbe stato fotografato alla guida di un taxi acquatico e c’è chi dubita che sia in possesso della necessaria licenza per poterlo fare.

A dubitarne è soprattutto un avvocato, tal Mario D’Elia, che, alla vista degli scatti con Clooney al timone non ha potuto fare a meno di segnalare il fattaccio alle autorità. Autorità che ora stanno indagando per capire se George abbia le certificazioni necessarie per mettersi alla guida di un taxi acquatico, appunto. Per adesso un agente avrebbe rivelato al Telegraph che, sia come sia, l’attore non finirebbe in gattabuia per così poco:

Le foto sui giornali non dimostrano che lui abbia guidato davvero quel taxi acquatico. Ma, se cioè fosse dimostrato sarebbe un’infrazione per cui è prevista una multa. In caso, la dovrebbe pagare il proprietario del mezzo che ha permesso a Clooney di guidare seppur sprovvisto di licenza.

E George cosa pensa di tutto ciò? L’attore, con la sua classica ironia, chiosa tutta la faccenda con una battuta:

Beh, dopo essermi perso nello spazio, venire a Venezia in barca è stata una delle esperienze più difficili della mia vita.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Straniero Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più