Accadono cose curiose alla Settantesima Mostra del Cinema di Venezia. Il red carpet inaugurale di ieri sera ha visto sfilare stelle e stelline del grande e piccolo schermo. Il breve tragitto tra l’Hotel Excelsior e l’ingresso per la serata di gala è stato preso d’assedio dai curiosi, pronti ad immortalare chiunque si stesse accingendo a calcare il tappeto rosso delle celebrità. Tra loro (tra i cuoriosi, dico) c’ero anche io. Ma soprattutto c’era Marina Ripa di Meana.

Costei è uscita dall’albergo delle star con marito al seguito, mostrando ciò che sa fare meglio: sfoggiare bizzarri copricapi per la gioia dei trashgossippari presenti al Lido e non. Se l’immagine di lei a Venezia con una gigantesca tarantola cucita in testa ancora mi delizia, questa volta la nostra s’è davvero superata. Si è palesata sfoggiando un lungo abito nero arricchito da un boa di struzzo rosso. Il tutto sormontato da una meravigliosa gabbia per uccelli che le imprigionava la testa. I volatili, però, se ne stavano appesi al di fuori delle sbarre, come se fossero fuggiti.

Assistendo ad uno spettacolo del genere la prima domanda che salta alla mente è: “Perché?”. Così l’ho avvicinata e gliel’ho chiesto. Ovviamente, dietro a questo sobrio copricapo c’era un significato profondo. Se non avete voglia di guardarvi il video (anche se vi consiglio davvero di farlo), riporto qui la risposta di Marina nostra:

Il mio copricapo? Sta a indicare che se c’è qualcuno, e spesso succede dalle ultime vicessitudini, che mi vuole ingabbiare non ci riesce. Anche se mi ingabbiano per un momento, i pensieri volano, sono via. Non si riesce perché i miei pensieri sono come colibrì: vanno sempre creando.

E dopo L’Eleganza del Riccio, ecco che, da Venezia 2013 arriva La creatività del Colibrì. Pronti ad essere conquistati?

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto