Il giorno che tutti temevano sarebbe arrivato è finalmente qui. Amanda Bynes è stata sottoposta ad un ricovero forzato in un reparto di psichiatria dopo un incidente avvenuto due giorni fa a Thousand Oaks, in California. Stando ad una prima ricostruzione, l’attrice 27enne avrebbe dato fuoco ad un contenitore di benzina nel vialetto dell’abitazione di un’anziana signora.

Notata la fiamma, la donna ha immediatamente avvertito le autorità. Sul luogo del “delitto” la pattuglia della stradale ha trovato lei, Amanda, l’artefice di quel pericolosissimo gesto. Dopo una serie di domande, gli agenti hanno deciso che era il caso di ricorrere a quello che potremmo definire la versione americana del trattamento sanitario obbligatorio.

Amanda dovrà rimanere sotto osservazione per ben 72 ore, al termine delle quali toccherà ai medici decidere cosa sarà meglio per la star caduta in disgrazia. Da mesi circolavano strane voci sulla presunta instabilità mentale di Amanda Bynes, ma questo ricovero è la prova che qualcosa non va nella vita dell’attrice. Di certo i suoi recenti problemi legali e le bizzarre esternazioni su Twitter non hanno aiutato Amanda a smentire le voci sul suo conto.

Dall’altra parte degli Stati Uniti, a New York, la aspettano per rispondere alle accuse di manomissione di prove e possesso di sostanze stupefacenti. Come se non bastasse, i risparmi messi da parte lavorando in televisione e al cinema sembrano siano finiti e Amanda sia completamente al verde. E pensare che fino a qualche mese fa si vantava di essere una multimilionaria in pensione. Ma anche i milioni, se spesi male, finiscono in fretta.

Via | TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più