Il giudice ha deciso: il medico di Michael Jackson può continuare ad esercitare fino al processo

l giudice ha deciso: il medico di Michael Jackson può continuare ad esercitare fino al processo

Forse sarò io suggestionabile ed è vero che fino a quando non esistono prove concrete e determinanti ogni persona è innocente... però, mi ci guarderei da essere cliente del medico personale di Michael Jackson. Il giudice, oggi, ha stabilito che il dermatologo sotto inchiesta potrà continuare ad esercitare la sua professione, in California, fino almeno all'inizio del processo, fissato per il 23 agosto 2010.

Non manca tanto, ma più di un mesetto di tempo c'è... Ricordiamo che Conrad Murray ha pagato una cauzione di 75.000 dollari per evitare di dover attendere in carcere la sua eventuale condanna. Questa richiesta aveva fatto scattare la domanda di sospensione dell'autorizzazione ad esercitare.

Ma a quanto pare la cosa non sembra costituire pericolo. La notizia, ovviamente, ha provocato dissensi e polemiche: il Medical Board of California (tutti i medici della Califonia uniti) si sono dimostrati fermamente contrari alla decisione e invocano un giudice meno generoso e più severo:

"Qui non sono in discussione i metodi di prescrizione di Murray, ma il suo giudizio e la sua abilità come dottore. Il citato in giudizio asserisce che non eserciterà in California, ma nulla gli impedisce di cambiare opinione e di esercitare in questo Stato. Si chiede che cessi di praticare la professione medica"

Hanno inoltre presentanto un incartamento e documenti che dimostrerebbero che la scelta del giudice sarebbe insufficiente in merito alle circostanze del caso.

Via | Ansa/Melodicamente

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: