La chiamata al 118 della moglie di Gary Coleman: "Ho la febbre, non posso aiutarlo!"

moglie gary coleman morte

Cosa fareste se un vostro caro avesse un incidente e voi foste l'unica persona che può aiutarlo? La risposta è ovvia ai più, ma non tutti la pensano allo stesso modo. People ha pubblicato la chiamata al 911 (il numero da chiamare in America in caso d'emergenza) della moglie 24enne di Gary Coleman, tale Shannon Price, il giorno dell'incidente domestico che costerà la vita all'attore. Ecco alcuni stralci di quella telefonata:

Era appena tornato a casa. Sento questo rumore e vado immediatamente giù. Sangue dappertutto. Non so se stia bene. Non sono giù in questo momento perché ho la febbre e lo stress potrebbe farmi svenire.


[a questo punto l'operatore chiede alla donna se può scendere a controllare le condizioni di Coleman]
Ci preverò, non so...insomma...Sto male, non voglio rimanere traumatizzata.

Non sappiamo se un intervento più repentino della consorte avrebbe potuto salvare la vita di Gary, ma resta lo sbigottimento di fronte alla reazione della donna. Mi chiedo se lo shock possa giustificare tale comportamento. Mah...

Via | People

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: