Il neopapà Robbie Williams pensa già al futuro della sua piccola Theodora Rose. Nel corso di un’intervista ad un settimanale australiano, il generatore automatico di hit made in Britain rivela che, come ogni genitore, vorrebbe solo il meglio per la pargola che oggi ha nove mesi. Certo, quindi le scuole migliori, gli amici più sinceri, il fidanzatino più adorabile possibile e dulcis in fundo la droga più buona. No, non vi sto sfidando a trovare l’intruso.

Il buon Robbie che in passato ha avuto dei trascorsi con le sostanze stupefacenti passando anche per la cocaina e l’eroina, spera che la piccola Teddy non si faccia tentare dalla droga ma, se proprio non riuscisse ad evitarne il richiamo, si dice disposto ad assumerne con lei e c’è anche un motivo logico per questa scelta:

Dubito che Theodora cresca come me e si ritrovi a fare i miei stessi errori ma, se dovesse voler provare le droghe, so benissimo cosa fare: vorrei assicurarmi che si prenda solo le droghe migliori e, per farlo, sarei disposto a drogarmi con lei.

Cuore di papà, eh? Quindi Robbie, disintossicatosi definitivamente nel 2007 e in teoria del tutto lucido da allora, si farebbe irretire di nuovo dal vortice della droga per amore della figlia. Chissà che penserà la mogliettina Ayda Field di tanta dedizione paterna, ma soprattutto: vi immaginate anche voi il giorno in cui il buon Robbie dirà alla figlioletta: “Teddy, take that!”

[Foto: Facebook]

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Straniero Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più