Poco meno di un anno fa picchiò un automobilista, a suo dire colpevole di averlo sbilanciato mentre era alla guida del suo motorino, mentre i passeggeri dell’aereo che lo videro urinare in pieno corridoio devono forse ancora rimuovere quelle immagini dalla propria memoria.

Perché la leggenda di Francia Gerard Depardieu dalle polemiche non sa proprio stare lontano. Tra un film e l’altro (60 film girati dal 2000 ad oggi), l’attore ha perso la sua patente. Ma non perché smarrita, bensì perché sospesa dalle autorità competenti per una durata di sei mesi.

Tutto questo dopo esser stato pizzicato ubriaco, e alla guida del proprio motorino, lo scorso novembre, per le strade di Parigi. Il tribunale ha sentenziato che l’attore dovrà sborsare anche 4000 euro di multa, mentre il suo avvocato, Eric de Caumont, ha già annunciato che il suo assistito farà ricorso in appello.

La ‘storia’ stradale di Gerard si fa così sempre più ricca di eventi. 15 anni fa, ad esempio, fu protagonista di un terribile incidente in moto. Anche in quel caso il tasso alcolemico era cinque volte superiore al limite consentito dalla legge francese. Per giustificare l’ultima ‘caduta’ nel mese di novembre, l’attore ha ammesso di aver bevuto solo un bicchiere di champagne, in volo, prima di atterrare a Parigi e salire sul suo amato motorino. Peccato che fosse quasi totalmente ubriaco, quando venne soccorso dalla polizia. Attualmente sul set del film che lo vedrà interpretare Dominique Strauss-Kahn, Gerard ha infine confessato di volere un altro passaporto, dopo quello russo appena conquistato. Ovvero quello algerino. Peccato che a Depardieu, più che i passaporti, servirebbero altre patenti.

Fonte: Hollywood Reporter

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto