Non ne sentivamo parlare da tempo, ma non perché abbia messo la testa a posto. Molto più semplicemente perché è in rehab. Lindsay Lohan prosegue infatti la sua riabilitazione ‘obbligatoria’. 90 i giorni di trattamento previsti ed ordinati dal giudice, al momento contraddistinti dalle immancabili bizze dell’attrice.

Nel giro di poche settimane la Lohan ha infatti prima messo piede al Betty Ford Center di Santa Monica, poi si è fatta spostare alla Cliffside di Malibu, ed ora vorrebbe nuovamente cambiare rehab, piombando nel lussuoso Seafield Center di Westhampton Beach. In alternativa, se il giudice acconsentisse, approverebbe l’altrettanto ‘ricco’ Lukens Institute di Palm Beach.

A detta del New York Daily News, Lindsay non sarebbe soddisfatta del trattamento ricevuto in queste settimane. Neanche fosse in un hotel a 5 stelle, e non in una rehab ‘prigione’, la Lohan continua a battere i piedi, sbandierando gli immancabili comportamenti da diva.

Dal nuovo centro di riabilitazione, ovviamente, hanno già fatto sapere di essere pronti ad accoglierla. D’altronde una come Lindsay è pura pubblicità, negativa o positiva che sia. Purché se ne parli. E se il giudice ha già dato il via libera al trasferimento al Seafield Center, l’attrice vorrebbe puntare tutto sul Lukens Institute di Palm Beach, perché vero e proprio posto da sogno, tra spiaggia, mare e palme. Fino al prossimo trasloco?

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Straniero Leggi tutto