Dimenticato Aldo Montano con il calciatore Matteo Guazzo, Antonella Mosetti è riuscita a ritrovare la pace interiore dopo mesi alquanto difficili. D’altronde la storia d’amore con lo schermidore azzurro è durata 5 lunghi anni, contraddistinti da presunte nozze mai diventate realtà e nessuna gravidanza. O almeno questo è quello che tutti noi abbiamo sempre saputo.

Perché a rivelare l’amara e dolorosa verità è stata la stessa Mosetti, dalle pagine di Di Più, svelando lo choc di un aborto. Tutt’altro che dimenticato.

“Grazie a Matteo ho ritrovato il sorriso dopo mesi di inferno. Anche se sono stata io a lasciare Montano, infatti, la fine della nostra storia mi ha fatto soffrire moltissimo. Con Aldo avevamo progetti, desideri e priorità diversi, lui ha sempre messo al primo posto la carriera, mentre io volevo costruire una famiglia. In realtà, quattro anni fa, il mio sogno stava per diventare realtà: infatti ero rimasta incinta, ma al quarto mese di gravidanza ho perso il bambino. È stato un dolore atroce, e in quei momenti terribili avrei avuto bisogno di qualcuno che mi stesse vicino, mi confortasse e mi dicesse: ”Amore, coraggio, tra un po’ ci riproveremo”. Invece questo mi è mancato. Già allora, dentro di me, sentivo che nel rapporto con Aldo c’era qualcosa che non andava, ma lo amavo così tanto che ho fatto finta di niente e sono andata avanti. Ma è stato un errore, perché le cose sono peggiorate”.

Tra un allenamento e una gara, Montano avrebbe quindi ‘sottovalutato’ il dramma dell’aborto, lasciando così l’amata Mosetti in balia dei propri pensieri, delle proprie ansie e paure. Tanto da portarla gradualmente alla decisione finale. Quella dell’addio.

“Mi sono ritrovata ad avere tutte le incombenze e tutti i doveri di una moglie senza esserlo. Aldo e io vivevamo insieme, con mia figlia Asia, e per stargli accanto ho fatto tanti sacrifici: l’ho seguito nelle gare, ho cercato di sostenerlo nei momenti duri della sua carriera, mettendo anche da parte il mio lavoro e rinunciando a tante opportunità. Sono cose che non rinnego, perché le ho fatte spontaneamente. Piano piano, però, mi sono resa conto che i sacrifici li facevo solo io e che quando avevo bisogno di Aldo lui non c’era”.

Accuse precise e alquanto dure quella della showgirl, sposa a solo 20 anni di Alessandro Nuccitelli, padre di Asia, sua prima ed unica figlia. Esplosa grazie a Non è la RAI, ed oggi quasi 38enne, Antonella ha ritrovato il sorriso in questi ultimi mesi grazie a Matteo Guazzo, 31enne attaccante della Salernitana, lontano parente dei calciatori milionari di Serie A. E chissà se proprio al suo fianco, per la Mosetti, si esaudirà il sogno di una nuova maternità.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto