Ancora sotto osservazione. Anche se ormai fuori pericolo di vita, Paris Jackson si trova ancora in ospedale, dopo l’incredibile tentato suicidio dello scorso 6 giugno. Dopo 11 giorni, incredibile ma vero, la figlia quindicenne dell’ex Re del Pop, necessita di ulteriori cure mediche, e soprattutto psicologiche.

Per questo motivo la ragazza ha dovuto rinunciare alle nozze del cugino Taj con Thayana Scoo, celebratesi domenica, in quanto tutt’ora ‘legata’ all’UCLA Medical Center. Secondo quanto riferito da E! On Line, Paris avrebbe voluto partecipare all’evento, tenuto nella casa dei Jackson ad Hayvenhurs, Los Angeles, con presente l’intera famiglia. Non solo nonna Katherine, ma anche Jermaine, La Toya e Tito Jackson non hanno fatto mancare la loro presenza, così come i fratelli di Paris, Prince Michael e Blanket.

Durante la cerimonia nessuno ha volutamente far riferimento al drammatico tentato suicidio della giovane, fingendo quasi che non fosse mai avvenuto. Festa doveva essere, e festa è stata, anche se a pochi chilometri di distanza una quindicenne passava la sua domenica pomeriggio in totale solitudine, su un letto di ospedale.

Passato lo choc iniziale, la Jackson avrebbe comunque metabolizzato quanto fatto, dando ulteriori soddisfazioni ai medici che da più di una settimana la seguono ora dopo ora. Inizialmente previsto per venerdì, l’addio all’ospedale potrebbe slittare di altri 10 giorni, in modo da regalare al mondo una ‘nuova’ Paris Jackson, più matura, consapevole, e finalmente distante da quegli istinti suicidi che il 6 giugno scorso l’hanno portata ad un passo dalla morte.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Straniero Leggi tutto