Tutto ci saremmo aspettati da lei, ma non che arrivasse rinnegare il passato. Miley Cyrus ha rilasciato un’intervista a Billboard per promuovere il suo prossimo disco, la cui uscita è stata anticipata dal singolo We can’t stop. L’album segna un ulteriore allontanamento dalle radici country della pop-star americana, sia in termini musicali che estetici. Basta dare un’occhiata ai servizi fotografici della “vecchia” Miley per capire quanto sia cambiato il suo look.

Ma è commentando i suoi vecchi lavori discografici che la pop-star ha lasciato molti dei suoi fan di stucco.

Per me è molto irritante quando le persone vanno su iTunes e ascoltano la mia vecchia musica perché non posso cancellare quella roba e ricominciare daccapo. Mi sento molto lontana dal mio ultimo disco. All’epoca avevo 16 o 17 anni. Quando hai 20 anni non sei più quella persona. Voglio ricominciare come una nuova artista. Per me il prossimo album è come se fosse il primo.

In effetti, rivedere oggi il video di Can’t be tamed, singolo del 2010, è piuttosto imbarazzante. Per lei. Il pezzo era già una dipartita dalle influenze country ereditate dal padre Billy Ray, ma ci si aspetta che la sua prossima opera renda pressoché incolmabile il futuro di Miley dai suoi esordi nel mondo della musica.

Nonostante questa giovane diva possa contare su un invidiabile zoccolo duro di fan, il successo non è scontato. E dopo l’annuncio dei genitori di voler divorziare e le nozze con Liam Hemsworth rinviate a non si sa quando, un flop di vendite sarebbe il colpo letale per Miley Cyrus. Insomma, o la va o la spacca.

Miley Cyrus posa per Billboard
Miley Cyrus posa per Billboard
Miley Cyrus posa per Billboard

Via | Billboard

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto