parliamo diJustin Bieber

Forse ci siamo. Dopo settimane di ‘prigionia’ tedesca, l’ormai celebre (ma dal padroncino dimenticata) scimmietta di Justin Bieber avrebbe trovato una ‘dimora’ dove andare a stare. Sequestrata dalle autorità tedesche lo scorso 28 marzo, perché portata nel Paese senza uno straccio di documento, la scimmietta è poi finita al Munich Animal Protection League.

Qui, grazie anche al volere del cantante che se n’è totalmente lavato le mani, la scimmietta è rimasta, fino ad oggi. La PETA ha infatti chiesto ai funzionari tedeschi di spostare la dolce e tenera Mally in Inghilterra. Il posto adatto per la scimmietta, a detta di un portavoce, sarebbe il Monkey Sanctuary, grazie alla presenza di altre scimmie che renderebbero più semplice e felice la vita dell’ex compagno di giochi di Bieber.

Per il benessere e la crescita psicologica di una scimmia“, fanno sapere gli esperti, l’interazione con i propri simili è tutto. Negli zoo tedeschi, invece, gli animali sarebbero spesso in soprannumero, tanto da finire poi nei circhi, se non addirittura nei laboratori di sperimentazione. Un allarme vero e proprio quello lanciato dalla Peta, con Mally incredibile protagonista.

Bieber, dal canto suo, ha ancora 72 ore per reclamare il proprio animale. Perché senza la documentazione necessaria, dal 17 maggio la scimmietta sarà dello Stato tedesco. Che potrà farne quel che meglio crede.

Fonte: WENN

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più