Due giorni fa Miley Cyrus ha lanciato un’invettiva contro tutti coloro che la prendono di mira sui social network. In particolare, la donna più hot del 2013 si è rivolta ai fan delle colleghe – citando per cognome Taylor Swift e Selena Gomez – troppo spesso responsabili di vere e proprie minacce di morte.

Abbiamo raccolto i cinguettii in un unico messaggio:

Tutti i giorni qualcuno Swift o Gomez nel loro nome utente si augura che mi succedano cose terribili (la morta è fra le preferite). Smilers [i fan di Miley, ndr], per favore, comportarsi in maniera odiosa con gli altri artisti non è un modo di sostenermi. I miei fan mi rendono fiera sostenendo la mia musica e tutto ciò che faccio. Sono certo che tutti ‘haters’ farebbero più felici i propri beniamini se twittassero della loro musica piuttosto che augurare la morte ai loro colleghi, manco fossero degli psicopatici. Tra parentesi, questo non vuol dire che anche gli Smilers non sia siano comportati da matti. Siamo tutti amici, perché non potete esserlo anche voi?

Non è la prima volta che una pop-star o una sua fan in particolare subiscono attacchi tanto violenti quanto incomprensibili su Facebook o Twitter. Pensiamo alla poverina che, a Bologna, ha avuto la (s)fortuna di essere invitata sul palco da Justin Bieber; oppure le ingiurie contro il cane di Liam Payne dei One Direction; o, ancora, gli insulti di Cecilia Rodriguez contro Selvaggia Lucarelli, a dimostrazione che l’età adulta non sempre frena gli istinti peggiori di una persona.

Lo sfogo di Miley ha raccolto l’approvazione dei suoi 11 milioni di follower. Non sono mancate le voci discordanti e gli insulti, ma di minacce di morte – almeno stavolta – nessuna traccia. È già un passo avanti.
Via | Twitter

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto