I tempi del Bunga Bunga e delle feste “tranquille” alla villa di Arcore sono lontani, gli hanno causato un bel po’ di guai a livello giudiziario, ma Silvio Berlusconi sembrerebbe nutrire lo stesso un po’ di nostalgia, ripensando al suo presunto periodo libertino post-divorzio.

Come ben sappiamo, Silvio Berlusconi, attualmente, ha una compagna fissa che risponde al nome di Francesca Pascale. Quest’ultima, ben conscia della passione per le belle donne di Berlusconi, avrebbe deciso di tenerlo sotto controllo. Nel ruolo di piccola vedetta lombarda, come nella migliore delle tradizioni famigliari, troviamo la suocera di Silvio: la donna, madre di Francesca, infatti, vivrebbe insieme alla coppia, controllando che Berlusconi non commetta qualche leggerezza.

A rivelare l’indiscrezione è stata La Stampa. Durante l’incontro con Pierluigi Bersani, nel tentativo, ormai disperato, di trovare un accordo per un governo di larghe intese, infatti, Silvio Berlusconi avrebbe raccontato questo aneddoto al segretario del Partito Democratico e a Enrico Letta.

Queste sarebbero state le affermazioni sconsolate di Silvio:

Vi rendete conto? Ho la suocera sempre tra i piedi, mi hanno cambiato la vita, non ne posso più di questa vita da educanda… Aiutatemi!

Se tutto ciò fosse davvero accaduto, Silvio Berlusconi, allora, sarebbe proprio un caso irrecuperabile. La più saggia, in questa situazione, è proprio Francesca Pascale: considerato il fatto che il suo “ragazzo” va per i 77 anni e che, quindi, necessita di uno stile di vita più tranquillo e consono alla sua veneranda età, la Pascale fa benissimo a segregare l’ex premier dentro casa, lontano da ulteriori tentazioni.

Berlusconi, però, al contrario, sembrerebbe non riuscire proprio a dire addio al suo stile di vita sfarzoso, fatto di belle donne e feste molto chiacchierate.

Per ora, come già detto, la conferma dell’autenticità dell’aneddoto ancora non è arrivata e comunque, potrebbe trattarsi della solita boutade o addirittura leggenda metropolitana.

Foto | © Getty Images

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto