Non solo i capi di Stato e la regina Elisabetta hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa di Margaret Thatcher. Anche la supermodella e stilista Heidi Klum ha voluto dire la sua sulla vicenda:

“Sono molto, molto triste per la morte di Margaret Thatcher. Che donna straordinaria è stata. Su di lei ho avuto le idee più chiare dopo aver visto il film ‘The Iron Lady’ con Meryl Streep. Quel film mi ha aiutato a capire meglio che donna fosse”.

La dichiarazione è stata resa ieri a New York, in occasione della partecipazione al ‘Today show’ per promuovere la nuova stagione di America’s Got Talent.

È arrivata da poche ore la notizia della morte, a 87 anni per un ictus, di Margaret Thatcher, la lady di ferro, la prima donna a ricoprire l’incarico di primo ministro conservatore nel Regno Unito, dal 1979 al 1990. Messaggi di cordoglio sono arrivati alla famiglia della donna da tutto il mondo, persino su Twitter e, come era prevedibile, ecco arrivare anche il comunicato ufficiale della regina Elisabetta II, tramite Buckingham Palace.

La nota di Palazzo definisce la sovrana “triste nell’apprendere la notizia”, e precisa che Elisabetta II invierà un “messaggio di condoglianze” alla famiglia Thatcher. Nulla di strano, se non fosse che tra le due donne non c’è mai stato grande feeling, anzi c’è sempre stata una neanche troppo velata antipatia.

Tra le due donne, che per dieci anni sono state alla guida del Regno Unito, ci sono sempre stati contrasti per divergenze caratteriali e politiche, e spesso anche commenti reciprocamente sarcastici. Tanto che pochi anni fa persino un documentario di Channel 4 si occupò della rivalità e dell’antipatia tra la regina e la Thatcher, con l’aiuto di biografi, amici e politici.

Da quelle testimonianze, però, oltre a saltar fuori la manifesta antipatia, arrivò anche la conferma che la regina avesse nei confronti della Thatcher anche stima e rispetto, tanto da essere stata lei stessa a volere per il primo ministro il titolo di baronessa.

Considerate tutte queste cose, quindi, è facile immaginare che il dispiacere di Elisabetta II non sia solo di facciata, ma rispecchi effettivamente il suo stato d’animo per la perdita di una persona che, nel bene e nel male, ha fatto parte della sua vita, personale e politica, per parecchi anni.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto