Scandalo Marrazzo, parla Maurizio Gasparri: "Io con i trans non c'entro niente!"

maurizio gasparri trans

Maurizio Gasparri non ci sta e reagisce duramente alle voci che stanno circolando nelle ultime ore su un suo possibile coinvolgimento nello scandalo trans che ha travolto l'ex Presidente della Regione, Piero Marrazzo. In una dichiarazione rilasciata a Il Giornale, l'ex ministro e attuale presidente del gruppo parlamentare del l Popolo della Libertà al Senato ha precisato:

Questo vociare è uno squallore vergognoso. Ma vi giuro che il primo che scrive una riga fuori posto, o che solo lascia intendere qualcos’altro, lo trascino in tribunale.

A scatenare il vociare è un vecchio episodio che lo stesso Gasparri ha raccontato più volte. Anno 1996. L'allora ex sottosegretario all'Interno del primo Governo Berlusconi vaga con la sua Fiat Punto in zona Acqua Acetosa, a Roma, nota per la presenza di prostitute e trans ai bordi della strada. Il politico romano è alla ricerca di un circolo politico dove di lì a breve si terrà un incontro. Il suo errare attira però l'attenzione di una pattuglia dei carabinieri che lo ferma e lo identifica. Nessun reato, niente di niente. Ma tanto basta alle malelingue di oggi a pensare subito al peggio. Il futuro senatore, una volta giunto all'incontro con molto ritardo, racconterà l'aneddoto ai presenti, scherzandoci su.

Ahò, ma lo sapete? M’hanno fermato i carabinieri qua vicino. Pensa se passava qualcuno e me vedeva, poteva pensa’ che annavo coi trans!

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: