Lindsay Lohan in rehab per evitare la galera?

60 giorni di rehab o 250 di galera. Voi cosa scegliereste?


Sarà a breve la nuova fiamma di Charlie Sheen nella sitcom “Anger management”, tanto da poter respirare almeno un po’ dal punto di vista economico, ma Lindsay Lohan ha decisamente altro a cui pensare. Ovvero la galera. L’ex stellina Disney deve infatti rispondere ad una serie di capi d’accusa da far girare la testa. Dalla guida pericolosa, all’intralcio alla polizia nell’esercizio dei suoi doveri, fino alla falsa testimonianza rilasciata dopo l’incidente che la vide protagonista lo scorso 8 giugno.

La chilometrica fedina penale potrebbe quindi riportare la Lohan dietro le sbarre, a meno che l’attrice non accetti di andare…

… in rehab. Dopo aver detto no all’ipotesi di andare in clinica per 9 mesi, Lindsay potrebbe cedere alla nuova richiesta di patteggiamento, finendo così per due mesi in rehab. Se dovesse rifiutare ancora una volta ‘la gentile offerta’, Lindsay rischia fino a 245 giorni di galera.

Secondo quanto riportato dal sito TMZ, il procuratore di Santa Monica sarebbe andato incontro all’attrice, abbassando di ben 6 mesi l’obbligo della riabilitazione, limitando il tutto a 60 giorni secchi. Oltre ai 2 mesi in rehab, la Lohan dovrebbe partecipare attivamente alle riunioni degli Alcolisti Anonimi, e prestare servizio per la comunità di New York.

Proprio oggi, in attesa della sentenza del 18 marzo, il suo avvocato Mark Heller discuterà con lei la proposta, che se accettata potrebbe evitarle il carcere. Praticamente certo in caso contrario. Ma Lindsay sposerà alle proposte del procuratore?

Fonte foto: GettyImage

I Video di Gossip Blog

Ultime notizie su Lindsay Lohan

Tutto su Lindsay Lohan →