Barbra Streisand: "Michael Jackson aveva i suoi bisogni, non ha ucciso nessuno". Poi, la cantante si scusa...

Barbra Streisand aveva commentato Leaving Neverland in un'intervista al Times.

Questa settimana, sul canale Nove, è andato in onda Leaving Neverland, il documentario che ha nuovamente alimentato le accuse di pedofilia rivolte a Michael Jackson, il Re del Pop scomparso nel 2009.

I protagonisti di Leaving Neverland sono Wade Robson e James Safechuck, due uomini che hanno dichiarato di esser stati abusati sessualmente da Michael Jackson durante la loro infanzia.

Barbra Streisand, una delle icone della discografia mondiale, grande amica di Michael Jackson, con una serie di dichiarazioni rilasciate al Times, aveva ridimensionato le accuse di Robson e Safechuck con affermazioni decisamente discutibili, tanto per usare un eufemismo:

I suoi bisogni sessuali erano i suoi bisogni sessuali, causati da qualunque infanzia avesse avuto o dal suo DNA. I bambini erano entusiasti di trovarsi lì. Tra l’altro, entrambi si sono sposati e hanno avuto figli: non li ha uccisi.

Dopo le prevedibili polemiche, Barbra Streisand ha decisamente aggiustato il tiro e, tramite i social network, ha chiesto scusa a tutti coloro che si sono sentiti feriti dalle sue parole, in primis, ovviamente, a Wade Robson e James Safechuck:

Per essere chiari, non c’è situazione o circostanza dove va bene che un adulto si approfitti di bambini innocenti. Le storie che questi uomini hanno condiviso con noi sono dolorose anche solo da ascoltare e provo compassione per loro. Il lavoro più importante di un genitore è quello di proteggere i propri figli. E' chiaro che i genitori di questi ragazzi sono vittime anche loro perché sedotti dalla fama e dalle fantasie. Sono profondamente dispiaciuta se le mie parole, che avrei dovuto scegliere con maggiore cura, hanno causato dolore perché le parole pubblicate sul giornale non riflettono i miei sentimenti. Non volevo sottovalutare il dramma che questi ragazzi hanno vissuto. Come tutti i sopravvissuti di violenza sessuale, dovranno portare questo dolore per sempre con loro. Provo un forte rimorso per quello che ho detto e spero che James e Wade sappiano che li rispetto e che li ammiro profondamente per aver raccontato la verità.

  • shares
  • Mail