Loredana Lecciso: "Al Bano terrorista? Ha sempre cantato la felicità e la speranza"

Loredana Lecciso, ospite a Storie Italiane, difende l'ex compagno Al Bano dalle accuse di essere un terrorista

Loredana Lecciso, a pochi giorni dallo scoppio del 'caso Ucraina', stamattina, lunedì 18 marzo 2019, è intervenuta a 'Storie italiane' per difendere, a spada tratta, Al Bano. Il padre dei suoi figli, nelle scorse ore, è stato inserito nella lista nera delle personalità indesiderate al governo Ucraina per via delle sue presunte amicizie filo-russe tra cui quella con Putin:

"Credo che possano stare più che tranquilli. Al Bano è una persona che ha cantato solo di felicità, speranza. Tutto quello che può essere guerra non gli appartiene. Ci si ride su. Non sapevo in casa di avere un terrorista. E' una cosa poco credibile e non aderente alla realtà".

Il direttore di 'Novella 2000', Roberto Alessi, ha mostrato, inoltre, per la prima volta, delle immagini tra il Leone di Cellino San Marco ed il presidente russo:

"Ci è rimasto male. E' un paradosso anche per lui. Essere annoverato in una lista di persone che potrebbero minacciare la sicurezza di un Paese dispiacerebbe a chiunque".

La showgirl leccese spera che, dopo un intervento diplomatico, l'emergenza rientri con un concerto di riappacificazione in terra ucraina:

"Mia cognata è ucraina e mi ha sempre detto quanto il suo popolo ami Al Bano. E' una mancanza di rispetto verso chi vuole ascoltare un artista".

  • shares
  • Mail