Domenica Live, Cristina d'Avena racconta l'esordio nei cartoon: "A Mediaset cercavano una voce femminile che cantasse qualche sigla..."

Cristina d'Avena ospite di Barbara d'Urso

Cristina d'Avena è stata ospite di Barbara d'Urso a Domenica Live.

Poco dopo il suo ingresso in studio, è stata mandata in onda la clip con la sua esibizione di "Il valzer del moscerino", celebre esordio allo Zecchino d'Oro.

Suor Cellina era la suorina che disse alla madre di portarla a cantare allo Zecchino. Dopo aver lasciato il coro (quando aveva 11 anni), ha poi iniziato la sua lunga carriera di cantante e di conduttrice tv.

"Sono arrivata per caso alle sigle dei cartoni. Avevo finito la mia avventura allo Zecchino d'Oro. A 10 anni nacque mia sorella. Siccome lei stava sempre zitta e buona, io ero sempre in disparte. Dicevano "E' così buona" e io andavo a farle il solletico così piangeva e tutti venivano da me. Ora ci amiamo alla follia. Quando ha iniziato il suo percorso allo Zecchino d'Oro. Un giorno mi hanno chiamato perché Mediaset stava iniziando la televisione per ragazzi e cercavano una voce femminile che cantasse qualche sigla..."

La prima sigla fu "Bambino Pinocchio" nel 1981, scritta da Augusto Martelli. E nel 1982 arriva la canzone dei Puffi. Il padre Alfredo voleva che lei facesse il medico come lui.

"Mia madre è la mia prima fan, la porto sempre con me. Mio papà e la mia mamma erano molto uniti, quando è venuto a mancare mio papà, io e mia sorella stiamo molto vicino a lei. E' buffa, simpatica, la prima che chiede "Come è andata". Sta sveglia alla sera e mi chiama o mi aspetta in hotel. La adoro!"

Barbara ha sottolineato anche il suo lato sex symbol:

"La frase che mi urlano di più è "Puffale, Escile!""

  • shares
  • Mail