Eva Grimaldi lontana da Imma Battaglia: "Mi sento vuota a non averla vicino"

L'attrice sfoga il dispiacere per la lontananza dalla sua compagna a causa di motivi lavorativi.

Attrice di film e fiction, concorrente dell'Isola dei Famosi 2017 e di Pechino Express nel 2014, sguardo da tenebrosa e carattere da vendere: Eva Grimaldi ultimamente è tornata ad impegnarsi con la recitazione e il teatro in giro per l'Italia, un lavoro che vuol dire anche stare momentaneamente lontana dalla sua attuale compagna Imma Battaglia.

Come sappiamo Eva ha mosso i primi passi grazie al piccolo schermo negli anni '80 e grazie ad Antonio Ricci che la volle nel suo storico Drive IN. Un'apparizione che però non ebbe lunga vita, è la stessa attrice a spiegare in un'intervista all'Huffington Post cosa accadde:

Dovevo stare con un costumino, il seno me lo facevano ancora più grosso, dovevo tenere gli occhi semichiusi, la boccuccia aperta. Io volevo fare l'attrice, non ero a mio agio e dopo quattro mesi ho rotto il contratto. Non volevo fare televisione. Però concordo: da lì la televisione è cambiata, ha sfruttato un po' le donne. Personalmente non volevo farmi vedere così. O, meglio, l'avrei fatto solo per un film. Appunto, alla fine, per il cinema l'ho fatto.

Una lunga gavetta e carriera creata con le proprie forze: "Sacrifici. Pianti. Studi. Mi sono privata di tante cose. Dall'andare a mangiare una pizza con le mie amiche, ad andare a ballare" e in un'era dove i social non erano neanche nelle menti dei loro creatori, il paragone è immediato:

Avrei battuto anche la Ferragni! Ho fatto molti film, ma non rimpiango nulla, neanche quelli che ho fatto per pagare le bollette. Sa, non essendo né la figlia, né la moglie, né l'amante di nessuno non è stato facile. E poi negli anni Ottanta c'erano altri percorsi in cui dovevi fare dei servizi fotografici un po' così... Ogni epoca ha un percorso diverso. Fino a qualche tempo fa il fidanzato doveva essere calciatore, adesso blogger o fotografo. Le epoche cambiano. E poi adesso ci sono molte più possibilità, penso per esempio ai reality. È facile arrivare a toccare il cielo con un dito, meno restarci, sul cielo.

Come citato inizialmente, gli spettacoli teatrali per ora tengono a distanza Eva Grimaldi e la sua compagna Imma Battaglia. Un amore durevole (da 8 anni insieme) e passionale, fatto di gesti dolci come quello raccontato dall'attrice:

Ora che sono fuori Roma, mi sento vuota a non avere Imma vicino. Mi sono portata via la maglietta del suo pigiama, e ogni secondo ne annuso il profumo.

Un rapporto che lotta continuamente con una mentalità ancora impreparata nel nostro paese a detta della Grimaldi:

Nel nostro Paese ci sono ancora troppi pregiudizi. Siamo ancora tanto bacchettoni. Invece di andare avanti, torniamo indietro. Che il Ministro Fontana abbia detto che non esistono le famiglie arcobaleno, è un errore. Dove c'è amore, c'è famiglia. Bisogna solamente imparare la difficile arte della convivenza e dell'accettazione di qualsiasi etica politica, sentimentale, religiosa. Purtroppo la politica in questo periodo, a cominciare da Salvini, non ci aiuta.

Aggiunge peraltro che bisognerebbe smettere di urlare, recuperare l'educazione e iniziare a rispettare il diritto di chiunque di pensarla diversamente, concludendo il suo pensiero su un punto fondamentale: "Il confronto, per essere tale, deve essere propositivo".

Pochi dubbi su chi è il politico che le dà più soddisfazioni e per la quale lei tifa: "Quello che ho a casa mia: Imma Battaglia!"

 

 

 

  • shares
  • +1
  • Mail