Elisa Isoardi: "Sognavo di fare la maestra, ora passo più tempo coi miei autori che con mia madre"

La conduttrice piemontese interviene ai microfoni della trasmissione di Rai 3 per parlare della sua carriera televisiva e della sua infanzia.

Intervistata da Sveva Sagramola a Geo nella rubrica Il Weekend di Geo, Elisa Isoardi approda su Rai 3 per raccontare la nuova esperienza televisiva quotidiana con La Prova del Cuoco e rivelare alcuni dettagli sulla sua infanzia, vissuta spensierata tra le cime alpine della provincia di Cuneo.

Nonostante da anni alla Isoardi siano state affidate trasmissioni in onda nella settimana feriale, dal lunedì al venerdì, l'impegno con La Prova del Cuoco le occupa ormai gran parte del suo tempo, tra dirette, riunioni e studio del copione, tanto che la ex-compagna di Matteo Salvini ha rivelato:

La Prova del Cuoco? Ci vuole una preparazione olimpionica per due ore di diretta, tutti i giorni. Ormai trascorro più tempo coi miei autori che con mia madre e miei parenti.

Prima di diventare una conduttrice di successo, la Isoardi ha coltivato per anni la passione per la bicicletta, tanto da gareggiare anche a livello agonistico, salvo poi appendere il caschetto al chiodo per il tempo libero insufficiente e la facilità con cui riusciva a salire sul podio.

Correvo in bicicletta, ma anche insieme ai maschi. A quei livelli si corre tutti insieme. Finivo, quindi, sempre sul podio, anche quando venivo sorpassata da molti compagni perché eravamo appena quattro ragazze. Mi piace ancora oggi, però, camminare ad alta quota: mia madre abita a 1280 metri di altezza e mi rilasso a fare passeggiate nella zona in cui vive lunghe anche 5-6 ore. Sono una montanara.

Trasferitasi a 16 anni a Roma

, la Isoardi riconosce una certa differenza nei ritmi della quotidianità quando si trascorre la giornata in montagna e quando la si vive in una città così caotica come la Capitale:

La mia vita prima aveva un orologio diverso, più lento. Lì si ha più tempo per pensare e si rimane più attaccati ai valori tradizionali della famiglia. La città è più frenetica, ma anche qui si possono trovare delle radici. Sono cresciuta con la cultura del territorio e della biodiversità.

Tra i sogni di Elisa Isoardi bambina, tuttavia, non c'era il teatro o la televisione, bensì l'insegnamento:

Da piccola sognavo di fare la maestra, come tutte le ragazzine che vanno a scuola e la vedono. Poi la strada è cambiata notevolmente: sono venuta a Roma per studiare teatro a 16 anni, poi la moda fino alla televisione.

E ora, proprio in televisione, apre la finestra de La prova del cuoco tutte le mattine ai telespettatori di Rai 1. Un compito arduo dopo il passaggio di testimone di Antonella Clerici, rimasta nel cast come consulente artistica:

L'eredità di Antonella Clerici non è facile da raccogliere: lei è stata una maestra, anche se siamo due persone completamente diverse. Non si cancella nulla di quello che ha fatto, ma se ne prende il buono e lo si porta avanti.

Sveva Sagramola conforta la collega, che ha raccolto una sfida difficile accettando una trasmissione fortemente legata al volto e al talento della Clerici, perché rivede nel caso della Isoardi tutto ciò che in passato le fu detto quando si sostituì alla guida di Geo dopo due anni di conduzione di Licia Colò.

Per i primi dieci anni di conduzione - ora sono venti - mi dicevano: la vedo nel programma di Licia Colò.

Riuscirà la Isoardi a cucirsi addosso un vestito tutto suo per la vetrina culinaria di Rai 1 più rapidamente?

  • shares
  • +1
  • Mail