Marco Carta: "Non ho fatto coming out per vendere più copie"

Il cantante sarda replica a coloro che hanno ritenuto il suo coming out una mossa pubblicitaria per il suo nuovo singolo.

Marco Carta torna a parlare dopo l'intervista rilasciata a Domenica Live in cui ha rivelato di essere omosessuale. Raggiunto dai microfoni di Spy, il cantante sardo ha risposto a coloro i quali hanno ritenuto il coming out in diretta nazionale una trovata pubblicitaria per il lancio del nuovo singolo, Una foto di me e di te, pubblicato dopo alcune ore dall'ospitata da Barbara d'Urso:

Io volevo far capire alle persone l’esatto opposto: proprio questo singolo mi ha dato la forza di dire quello che ho detto, perché racconta tutto ciò che ho provato in questi anni. Se avessi fatto coming out, come dicono, per vendere più copie allora l’avrei fatto un anno fa, in occasione dell’uscita del mio album. Non avrei certo aspettato la pubblicazione di un singolo.

Il vincitore della settima edizione di Amici di Maria De Filippi ha affermato di essere da molto tempo conscio del proprio orientamento sessuale, ma di aver voluto dissipare ogni perplessità prima di "uscire dall'armadio" e di rivelare al mondo di essere gay:

Lo sono dalla nascita. Da ragazzino c’è stato un periodo di grande confusione, tanto che ho avuto anche alcune fidanzate, nonostante dentro di me covassi il dubbio. Il mio terrore era non poter avere figli, così evitavo di pensarci e di pormi domande. Un giorno, inaspettatamente, mi sono trovato a baciare un ragazzo: quel bacio mi ha fatto capire qual era la mia vera strada.

Il brano pubblicato lo scorso lunedì, che segna il ritorno nelle radio di Marco Carta dopo l'estratto dal sesto album Finiremo per volerci bene, non tratta solamente della sua ritrovata libertà, ma anche del rapporto con un padre che non ha mai conosciuto:

I miei genitori si sono separati quando io avevo pochi mesi di vita e sono cresciuto senza figura paterna [...] quando avevo sette anni, ho sentito forte il desiderio di conoscerlo: mia madre l’ha informato della mia volontà e lui aveva anche accettato quell’incontro. Doveva arrivare alle 4 di pomeriggio, io mi sono seduto con grande anticipo, trepidante, sulle scalinate di casa mia ad aspettarlo... ma non è mai arrivato. Da quel giorno ha lasciato un vuoto enorme nella mia vita. L’ho odiato per tanto tempo, ma forse oggi l’ho perdonato.

Ancora provato dall'operazione allo stomaco della scorsa estate ed impegnato nella promozione del nuovo progetto musicale, Marco Carta ha rinunciato alla partecipazione al Torneo di Tale e Quale Showin onda da stasera, venerdì 2 novembre, su Rai 1. Una scelta sofferta quella del cantante sardo, che nella settima edizione del varietà di Carlo Conti ha intrattenuto il pubblico con alcune esibizioni da manuale, tanto da essere eletto vincitore:

Tale e quale è una macchina pazzesca, che richiede impegno e dedizione: non sarei riuscito a conciliare tutto. Poi, a fronte dell’operazione dei mesi scorsi, causata anche dallo stress, ho deciso di non fare più cento cose assieme. Anzi, mi avevano chiesto sei mesi di riposo dopo e ho già trasgredito abbondantemente.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 62 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail