GF Vip 3, Elia Fongaro dopo l'eliminazione: "Finito sotto processo"

Il modello ipotizza di essere finito in una trappola dei colleghi. Silvestrin su Twitter lo sostiene contro gli autori: "Lo stanno eliminando di ufficio".

Elia Fongaro non ci sta. L'ultimo eliminato dal gioco del Grande Fratello Vip 3, raggiunto lo studio di Cinecittà, riprende le ultime parole pronunciate a Jane Alexander prima di abbandonare la casa che gli ha regalato gioie e dolori.

"Un processo" lo ha definito nell'intervista ad Ilary Blasi, intentato nei suoi confronti da un gruppo di coinquilini che non hanno condiviso il suo comportamento all'interno della casa. Uscito con l'etichetta di razzista per l'offesa nei riguardi di Francesco Monte legata alla sua provenienza geografica, il modello ha avuto l'opportunità di entrare in collegamento con la casa per un ultimo scontro con uno dei suoi detrattori, Alessandro Cecchi Paone, che non si schioda dalla sua posizione: Elia è o un cretino, o un razzista. Il velino respinge le accuse e conforta l'amata Jane, che non deve sentirsi colpevole della sua eliminazione e trovare maggiore forza dentro di sé.

A credere nella teoria del complotto, apparentemente architettato dagli autori che tengono le redini del gioco e che avrebbero desiderato liquidare il modello e la sua storia d'amore, anche un ex-inquilino della casa del Grande Fratello Vip 3: Enrico Silvestrin, che non presente in studio ha commentato su Twitter il fatto che Fongaro sia stato messo in cattiva luce dalle accuse di razzismo a televoto aperto.


  • shares
  • +1
  • Mail