Grande Fratello Vip 3, Francesco Monte: "Cecilia Rodriguez? Non provo né rabbia, né rancore"

L'ex tronista di Uomini e Donne si è aperto con Andrea Mainardi.

Francesco Monte, concorrente del Grande Fratello Vip 3, non sopporta giustamente che qualcuno gli nomini spesso l'ex fidanzata Cecilia Rodriguez ma, nonostante ciò, l'argomento in questione non è affatto un tabù per l'ex tronista di Uomini e Donne che ne parla serenamente quando decide lui, ovviamente.

Durante una chiacchierata con lo chef Andrea Mainardi, Francesco Monte ha aggiunto dettagli inediti riguardanti la fine della storia d'amore con la sorella di Belen Rodriguez. Il primo aneddoto ha dell'incredibile: l'ex tronista, infatti, mesi prima dell'inizio della seconda edizione del GF Vip, fece un sogno riguardante quello che, effettivamente, si concretizzò nella realtà qualche tempo dopo:

A maggio, quando non si sapeva niente del Grande Fratello Vip, mi sono svegliato che piangevo. Avevo fatto un sogno di m*rda: avevo sognato che lei si innamorava di un’altra persona e che mi lasciava davanti a tante persone.

Mainardi, quindi, ha chiesto a Monte i motivi per i quali affronta questo argomento con una calma che definire serafica è un eufemismo. Francesco ha semplicemente dichiarato che non è abituato a lasciarsi andare alle cattiverie una volta che viene lasciato da una ragazza:

Quando sono tornato a casa per prendere tutto è stato un brutto momento. Lei era infastidita perché io non ho avuto una reazione. Ma quale reazione avrei dovuto avere! Io voglio credere che se c’è stato qualcosa di vero e di veramente forte anche quando finisce non ti porta a dire delle cattiverie perché hai conosciuto realmente la persona. Per questo momento, non provo fastidio, rabbia e rancore. Quando l'ho incontrata in giro, l'ho anche salutata. E' successo anche con le mie altre ex. Non sparo m*rda e se c'è da spararla, non lo faccio. Non ne vale la pena.

Il motivo per il quale Francesco Monte non abbia alcun tipo di reazione in situazioni pesanti di stress, però, è ignoto anche a lui:

Io non provo più niente quando parlo di questa cosa. Non provo niente, né in negativo, né in positivo. E' una cosa che mi viene spontanea. La stessa cosa mi è capitata davanti a mia madre. Ero arrabbiato con me stesso perché non riuscivo a piangere, non riuscivo ad essere arrabbiato. Non capisco perché reagisco in modo così in situazioni di shock forti.

  • shares
  • +1
  • Mail