Pechino Express 2018, Maria Teresa Ruta: "Ho conquistato i giovani. Mi ero allontanata dalla tv per far spazio alle nuove leve"

La conduttrice è stata intervistata dal settimanale Spy.

Maria Teresa Ruta è tra le protagoniste assolute della settima edizione di Pechino Express, l'adventure-game in onda su Rai 2, ogni giovedì sera.

La conduttrice e annunciatrice sta partecipando al gioco insieme a Patrizia Rossetti con cui forma la coppia delle Signore della Tv.

Intervistata dal settimanale Spy, Maria Teresa Ruta ha parlato di questo suo positivo ritorno in tv che le sta permettendo di conquistare anche un pubblico più giovane. Le sue prime dichiarazioni:

Pechino Express mi ha fatto ritrovare il mio pubblico e mi ha fatto scoprire alle nuove generazioni. Il mio pubblico è quello che va al mercato, che fa alla spesa o che frequenta gli stadi. E poi sono persone avanti con l’età. Ora, con grandissima sorpresa, anche le persone più giovani mi hanno scoperta. In tutti questi anni, il mio nome è sempre rimasto impresso nella mente delle persone ma magari i ricordi erano sfocati. Grazie a questa avventura, dove c’è meno Ruta e più Maria Teresa, la gente mi ha conosciuta come mai prima.

La Ruta, parlando della sua lunga assenza dal piccolo schermo, invece, ha dichiarato di aver scelto di allontanarsi dalla tv, volontariamente, per far spazio alle nuove leve, tra le quali la conduttrice ha nominato anche la figlia Guenda Goria:

Ho preferito dedicarmi a me stessa e lasciare spazio alle nuove leve. L’ho fatto inconsciamente, perché soffrivo quando vedevo giovani meritevoli e capaci, come mia figlia Guenda, che non riuscivano a trovare il loro spazio. Allora, ho deciso di dare io il buon esempio e farmi da parte. Quando incontro le persone per strada mi dicono: "Signora Ruta, lei ci manca". Ecco, il rapporto quotidiano con il pubblico manca anche a me.

Parlando della sua carriera, infine, Maria Teresa Ruta si è dichiarata soddisfatta in quanto è riuscita a cogliere tutte le occasioni che la vita le ha presentato:

Sorrido sempre alla vita perché sono felice. Quando ero più giovane sorridevo più d’incoscienza, senza rendermi conto della fortuna che avevo. Invece, riguardandomi indietro, devo considerarmi soddisfatta: le botte di fortuna mi hanno sempre accompagnata e io non mi sono mai tirata indietro ai treni che passavano, magari salendoci di corsa o perdendo la valigia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail