Barbara d'Urso: "Non m'importa delle critiche. Il trash piace ovunque"

A 61 anni, la conduttrice sta lontana dalle critiche e rimarca la sua determinazione in un'intervista rilasciata a Il messaggero.

Se vogliamo darle un aggettivo: inarrestabile: E' Barbara d'Urso stacanovista lavoratrice che non bada al riposo. Per tutta l'estate si è tenuta impegnata nel set della nuova serie de La Dottoressa Giò a distanza di 20 anni dalle ultime riprese. La fiction è tanto citata nei suoi programmi ripresi in questo periodo: Pomeriggio cinque e Domenica Live.

Dei suoi programmi ma anche di altro si parla nell'intervista rilasciata a Il Messaggero. La prima puntata del programma domenicale di Canale 5 si avvicina, raccontando alcune novità presenti nella sua trasmissione (tra cui una mini-fiction sulla vita degli ospiti che incontrerà) parla della sua 'vicina di casa' e amica Mara Venier in partenza lo stesso giorno (il 16 settembre) con Domenica In su Rai 1.

Dopo alcuni anni, le due conduttrici tornano ad essere avversarie, per questo, la d'Urso è convinta che a vincere la battaglia degli ascolti non sarà lei, bensì la collega:

Parte subito dopo il Tg1, con 15 punti di share di vantaggio e pochissime interruzioni pubblicitarie. Noi invece abbiamo 15 spot. Tenere il pubblico incollato al video sarà molto difficile. E poi Mara è bravissima.

Discussa, contestata, amata. La conduttrice è stata spesso al centro di polemiche per il tasso trash portato nelle trasmissioni da lei condotte ma le malelingue le scivolano addosso:

Non mi importa delle critiche anche se a volte mi girano i cog***i ma poi lascio stare. Il trash piace ovunque a tantissima gente. Più pietre mi lanciano addosso, più castelli costruisco. Arrendetevi, resto qui e non mollo. Quasi tutti vorrebbero essere al mio posto.

Nel suo lavoro, Barbara d'Urso è una che sa il fatto suo. Mette la professionalità in prima linea, tanto che ha scelto di farsi chiamare 'Miranda' proprio come la Priestly, protagonista del celebre film Il diavolo veste Prada:

Sono esigente con quelli che lavorano con me. Senza però mai essere maleducata, prepotente, autoritaria. Sono in tv da 41 anni, so quello che faccio e pretendo passione e impegno. Io non sono cinica. Racconto la realtà fatta di tante cose, anche brutte. Lo fanno tutti, lo faccio anch'io - concludendo - Io però porto a casa i risultati.

Un impegno che la rende orgogliosa di essere ritornata a condurre la versione originale del Grande Fratello a 15 anni di distanza. Nell'intervista, la d'Urso ha aperto anche al futuro in politica: "Quando sarà, si saprà. Prima però vorrei condurre Sanremo".

A 61 anni è ancora determinata. Per questo la conduttrice non ha nessuna intenzione di mollare la presa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 169 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail