Salvini sulla Isoardi: "E' brava, si merita il successo. Non l'ho aiutata, semmai le ho creato problemi"

A Radio2 Matteo Salvini parla della compagna Elisa Isoardi: "Merita il successo che ha. Non l'ho aiutata, anzi l'ha mia presenza l'ha danneggiata"

Innamorato, sempre di più. Matteo Salvini parla a Radio2 della sua relazione con Elisa Isoardi e promuove il suo percorso televisivo. "E' brava e si merita tutto il successo che ha e che avrà”, dice il Ministro dell’Interno nel corso del programma I lunatici. “Io non l'ho aiutata, anzi, la mia ingombrante presenza forse ha danneggiato e creato problemi. Confesso che se ho tre minuti la guardo in tv, anche se in cucina sono un disastro. Se sono geloso? Sì, perdonatemi".

Riguardo alla notte più emozionante della sua vita, il ricordo di Salvini va al 28 maggio del 2003, data della finale di Champions League tra Milan e Juventus, con vittoria rossonera ai rigori.

"Visto che i miei figli sono nati di giorno, precisa il Ministro, posso dire che da super tifoso del Milan non dimenticherò mai la notte di Manchester nel maggio del 2003. Mio figlio era nato da un mese, dissi a mia moglie che forse era sbagliato farlo perché ero un novello papà, ma che avrei preso un aereo e sarei andato a vedere la finale di Champions, perché forse un Milan-Juve così non l'avrei più rivisto nel resto dei miei giorni. Vincere in finale con la Juve con gol di Sheva fu indimenticabile".
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 325 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail