Belen Rodriguez condannata per diffamazione ai danni di Riccardo Signoretti

La showgirl non aveva digerito una frase di Maurizio Costanzo, mai smentita.

Belen Rodriguez

La showgirl argentina Belen Rodriguez è stata condannata dal Tribunale ordinario di Milano per diffamazione e a pagare le spese processuali ai danni di Riccardo Signoretti, direttore del settimanale di gossip Nuovo.

Motivo del contendere era stata una intervista a Maurizio Costanzo che parlava proprio della soubrette, non in termini molto lusinghieri:

Non è che ogni due minuti possiamo discutere degli amori di Belen: chi se ne importa? E comunque noi ci sentiamo più vicini a Stefano.

Per "noi" con ogni probabilità Maurizio intendeva anche Maria De Filippi e non a caso un anno dopo lo stesso giornalista ha definito Belen "una quasi conduttrice". La frase incriminata tuttavia un anno fa aveva mandato su tutte le furie la Rodriguez, che ha insultato su Instagram il direttore parlandone di uno che ha ricevuto mille denunce. Il giornalista aveva cercato di mediare tramite Maria De Filippi, ma senza successo. Peraltro Signoretti ha sempre rivendicato la veridicità di quella intervista, tant'è vero che Costanzo non ne ha mai dato smentita.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail