Chiara Ferragni, marcia indietro del prof: "Non fu mai espulsa dalla Bocconi"

L'episodio sulla fashion blogger beccata a copiare si è rivelato una bufala.

Chiara Ferragni

Lo scorso mese di giugno un professore universitario della Bocconi, Giovanni Valotti, aveva sostenuto al Fatto Quotidiano che la fashion blogger Chiara Ferragni era stata beccata a copiare ai tempi di Giurisprudenza con una sospensione di sei mesi.

"La "poverina" si era messa dei bigliettini incollati al polpaccio […] avendo il polpaccio lungo c'era l'enciclopedia dell'esame. Ma in quei sei mesi lei ha detto "lascio l'università e faccio la fashion blogger". Adesso se mi incontra per strada mi fa il gesto dell'ombrello".

A distanza di alcune settimane tuttavia il docente ha fatto marcia indietro:

Vorrei correggere un’imprecisione in cui sono incorso nel citare fatti risalenti al 2011 confidando nella mia memoria. Ho erroneamente riferito che la signora Chiara Ferragni, al tempo studentessa di giurisprudenza, anche se non del mio insegnamento, era stata sospesa per sei mesi. La effettiva decisione della signora Ferragni di lasciare gli studi universitari, dunque, non ha avuto alcuna attinenza con un episodio mai verificatosi. Tengo a precisare, che nel contesto del discorso, il riferimento a Chiara Ferragni, sia pure errato, aveva lo scopo di sottolineare come la scelta di diventare fashion blogger fosse stata vincente e dunque il suo esempio è stato citato solo per valorizzare e riconoscere la capacità dei giovani di crearsi percorsi professionali innovativi.

Nonostante le scuse, il promesso sposo Fedez non ha avuto una reazione serena:

Oggi il caro prof della Bocconi che aveva detto che Chiara Ferragni era stata beccata a copiare e sospesa dalla Bocconi ha dovuto mandare una smentita. Bravo, congratulazioni… Sei proprio un babbo. È la dimostrazione che la maggior parte delle cose che leggete su vari siti giornalistici o pseudo tali sul nostro conto, l’80% più o meno sono putt**te inventate da mitomani.

 

 

 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail