Eva Grimaldi: "Gabriel Garko? Era un ragazzino di campagna, l'ho cresciuto io. La carne fresca mi è sempre piaciuta!"

L'attrice è stata intervistata da Paola Perego.

eva-grimaldi.jpg

Eva Grimaldi è stata intervistata da Paola Perego durante la puntata di Non disturbare, andata in onda su Rai 1, venerdì 20 luglio 2018.

L'attrice veronese ha affrontato tre argomenti in particolare: la sua storia d'amore con l'attivista Imma Battaglia, la sua relazione del passato più famosa e chiacchierata, quella con l'attore Gabriel Garko, e la difficile infanzia segnata dal problema della balbuzie.

Riguardo quest'ultimo argomento, la Grimaldi ha sottolineato tutti i sacrifici fatti da sua madre, scomparsa da circa da un anno:

Sono un'ex balbuziente e anche un po' dislessica. Ho sempre avuto una forma di timidezza quando parlo. Ho paura di sbagliare. Faccio fatica a terminare un concetto. Mamma è venuta a mancare da un anno. E' troppo presto per parlare di lei... Le mamme sono meravigliose. Ha fatto tanti sacrifici. Quando ero balbuziente, mamma, non avendo soldi, mi portava alla mutua e mi faceva fare gli esercizi per migliorare la balbuzie. Tanti sacrifici... Mi hanno anche messo in una classe per bambini problematici. Mia madre mi vide e disse: "Mia figlia non c'entra nulla con questi bambini...". Mia madre andò a lavorare per le suore e io andai a scuola lì.

Eva Grimaldi, quindi, ha risposto alle cattiverie che riceve sui social network a causa della sua relazione con Imma Battaglia:

A volte ricevo fiumi di parole orrende. Si nascondono tutti. Non abbiamo mai risposto, io e Imma. Omosessuale a 50 anni? E' difficile pensarlo, lo so. Ho avuto tanti uomini, non solo Gabriel Garko, me ne sono fatti tanti! Io mi sono persa nella vita! Un giorno, può capitare anche questo... Io amo Imma, amo la persona. Non decidi tu quando diventare omosessuale.

Parlando di Gabriel Garko, invece, Eva Grimaldi ha dichiarato di aver anticipato la moda delle milf e delle cougar, aggiungendo che il pettegolezzo riguardante una presunta omosessualità dell'attore ha contribuito al suo successo:

Se Gabriel non avesse avuto questo grande mistero, non sarebbe diventato Gabriel Garko. E' stata la sua fortuna. Perché c'è questa diceria? Chiedetelo a lui... Ma non lo dicono solo a lui. Gabriel aveva 15 anni meno di me, era ragazzino, veniva dalla campagna, diciamo che l'ho cresciuto io... Io ho anticipato i tempi. Poi è arrivata Madonna... Mi è sempre piaciuta la carne fresca!

  • shares
  • +1
  • Mail