Eleonora Brigliadori: "Nadia Toffa? Attendo le sue scuse, vorrei aiutarla a guarire"

L'attrice è stata intervistata da Sono.

nadia-toffa-eleonora-brigliadori.jpg

L'attrice Eleonora Brigliadori, nota recentemente anche con la nuova identità di Aaron Nöel, dopo essere stata ingaggiata per la settima edizione di Pechino Express, ha dovuto rinunciare alla partecipazione al programma di Rai 2 a causa di una serie di dichiarazioni controverse indirizzate a Nadia Toffa, Iena dell'omonimo programma di Italia 1, che, come sappiamo, in questo periodo sta lottando contro un cancro.

Riguardo quest'argomento, le posizioni dell'attrice sono note da molto tempo: l'attrice è una seguace del cosiddetto "metodo Hamer" ed è fermamente contraria alla chemioterapia.

La sua partecipazione a Pechino Express è saltata proprio perché la Brigliadori, parlando di Nadia Toffa, con cui ebbe un incontro-scontro durante la realizzazione di un servizio, ha recentemente rilasciato questa dichiarazione: "Chi è causa del suo mal, pianga se stesso".

Le nuove dichiarazioni della Brigliadori, rilasciate al settimanale Sono, provocheranno sicuramente altre polemiche e non miglioreranno la situazione. La Brigliadori, infatti, parlando del suo incontro con Nadia Toffa, ha provato a giustificare, a suo modo, il contatto "troppo ravvicinato" che ci fu con la Iena:

Sono in attesa delle scuse da parte di questa signora. E' penale quello che ho subito. Sono stata aggredita. Spero che venga a trovarmi, per spiegarle che il contatto che c'è stato tra noi due non è stato un attacco, ma un gesto di protezione nei suoi confronti dettato dalle forze spirituali con le quali ero in contatto in quel momento, mentre stavo celebrando un rito funebre.

Eleonora Brigliadori, quindi, ha offerto a Nadia Toffa il proprio aiuto:

Vorrei aiutarla a guarire, ma potrò farlo solo quando avrò conosciuto chi è lei. Ad oggi, non posso dire di conoscerla.

Come già anticipato, altre polemiche sono in arrivo...

  • shares
  • +1
  • Mail