Massimo Boldi: "Mia nipote Vittoria mi ha fatto venire voglia di un Cipollino tutto mio!"

L'attore è stato intervistato da Gente.

massimo-boldi.png

Massimo Boldi, a Natale, sarà sostanzialmente al cinema con due film, il suo nuovo cinepanettone diretto da Neri Parenti, Natale da chef, e con Supervacanze di Natale, un montaggio dei cinepanettoni più famosi, curato da Paolo Ruffini, che ha provocato anche qualche polemica tra lo stesso Boldi e il produttore Aurelio De Laurentiis.

Intervistato dal settimanale Gente, l'attore comico ha posato con le sue tre figlie, Manuela, Micaela e Marta, e con i suoi due nipoti, Massimo Federico, 15 anni, e l'ultima arrivata Vittoria, nata circa un anno e mezzo fa.

Massimo Boldi, quindi, si sta godendo la sua nipotina e, con la seguente dichiarazione, ha anche accarezzato l'idea di diventare nuovamente papà:

Mia nipote Vittoria mi ha fatto perfino venire voglia di avere un Cipollino tutto mio!

Manuela Boldi, secondogenita di Massimo Boldi e di Marisa Selo, sua moglie scomparsa nel 2004, ha ribadito il concetto con le seguenti dichiarazioni. Manuela, che, alle spalle, ha anche qualche esperienza televisiva, ha spiegato i motivi per i quali ha deciso di "trasgredire" la regola dei nomi che iniziano per M, scegliendo di chiamare sua figlia Vittoria:

Dopo la nascita della bambina, abbiamo abitato da papà per 5 mesi. Lui ha continuato a volerla vedere ogni giorno: è pazzo di lei. Si chiama Vittoria ma di secondo nome fa Marisa, come nostra madre. L’abbiamo chiamata così perché lei è la nostra personale vittoria, dopo averla tanto desiderata. E poi per mio padre è comunque sempre Cipollina. E' nata il 23 aprile. Si è avvicinata moltissimo al 28, che è il giorno in cui è mancata la mamma. Ci è sembrato un segno del destino. Una vera rinascita in quel periodo che solitamente era connotato solo di tristezza.

Boldi, quindi, ha ricordato il triste periodo legato alla morte di sua moglie Marisa:

Quando è scomparsa mia moglie è stato il finimondo. Io ho fatto tutto quello che potevo. Come il pesce Nemo: un po’ mamma e un po’ papà. Poi per fortuna ho conosciuto una ragazza più giovane, che mi vuole bene e alla quale anche io ne voglio.

Tornando a parlare di lavoro, invece, Massimo Boldi non ha ancora digerito il rifiuto di Diletta Leotta, conduttrice di Sky Sport e sex symbol sui social network, di recitare nel suo ultimo film:

L’ho corteggiata a lungo ma lei ha rifiutato. Quando vedrà il film capirà che ha sbagliato e se ne pentirà... Alla fine abbiamo preso Rocío Muñoz Morales che è perfino più bella di Diletta...

Nonostante sia ancora nel pieno della propria attività professionale, all'età di 72 anni, Boldi è cosciente di dover rallentare un po' i ritmi e di godersi maggiormente la propria famiglia:

Alla mia età sento che devo correre di meno, diventare molto più riflessivo e godermi la mia bella famiglia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 61 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail