Verissimo, Francesca Rocco e Giovanni Masiero: "Ginevra ha rafforzato la nostra unione" (VIDEO)

Le dichiarazioni della coppia del Grande Fratello 13 ospite a Verissimo

Nella puntata di sabato scorso di Verissimo tra gli ospiti di Silvia Toffanin c'erano Francesca Rocco e Giovanni Masiero del Grande Fratello 13. Con loro in studio c'era anche la piccola Ginevra, la primogenita della coppia nata il 24 maggio 2017 (stesso giorno del compleanno di Giovanni).

Francesca ha raccontato le difficoltà del parto e i dolori fisici provati successivamente, il cui ricordo svanisce ogni volta che i suoi occhi incrociano quelli della piccola:

Da ogni sofferenza nascono le cose più belle. Ci vuole tanta fatica; mi ricordo che la prima sera ho pianto, perché ero felice, però avevo paura… ero un po’ spaventata da tutto, poi pian piano tu conosci lei, lei conosce te e ci si capisce; era talmente piccola, che avevo paura di sbagliare. Vuoi che vada sempre tutto bene, ti chiedi se sarai in grado di capire quando sta male, tante preoccupazioni che io prima non avevo e che adesso sono tutte concentrate su di lei.

Giovanni ha aggiunto:

Tutti siamo abbastanza tesi, però dopo i famosi 40 giorni crei un rapporto, un feeling con questa creatura, che per quanto sia difficile, diventa tutto magico!

L'intimità di coppia ha inevitabilmente risentito del nuovo arrivo in casa. Francesca lo ha spiegato chiaramente:

Io magari non dormivo di notte per allattare, lui dopo il lavoro tornava a casa, diceva mezza parola e io mi irrigidivo. Si è innescato tutto un meccanismo particolare, ma noi siamo ancora qua e devo dire che Ginevra col passare del tempo ha rafforzato ancora di più la nostra unione.

Infine, Giovanni ha rivelato, visibilmente emozionato, che proprio era alle prese con i preparativi per il battesimo di Ginevra, è venuto a mancare il suo (di lui) patrigno:

Bisogna guardare avanti. Purtroppo abbiamo avuto questa perdita: è morto il marito di mia mamma dopo un trapianto di reni. Ci hanno portato via una persona carissima, dal valore umano altissimo. È una cosa che non doveva succedere. Adesso c’è in corso un procedimento per omicidio colposo, anche perché l’operazione sembrava fosse andata bene, adesso stiamo indagando. Mia mamma ora è distrutta, ma bisogna riprendersi, ri-iniziare.

2017-10-30_110710.png

  • shares
  • +1
  • Mail