Rebel Wilson vince causa per diffamazione: 3 milioni di euro come risarcimento

Un giudice australiano da' ragione a Rebel Wilson, da mesi in guerra contro alcune riviste.

SEATTLE, WA - JULY 22:  Actress Rebel Wilson enters for her introduction at Nordstrom Downtown Seattle on July 22, 2017 in Seattle, Washington. Rebel Wilson introduced her new line of clothes REBEL WILSON X ANGELS Collection. (Photo by Paul Conrad/Getty Images for Nordstrom)

Rebel Wilson si è svegliata un po' più ricca della scorsa settimana, nelle ultime ore, grazie ad una causa vinta contro Bauer Media, gruppo editoriale a cui l'attrice australiana aveva fatto causa per diffamazione. La diva di Pitch Perfect era stata definita 'bugiarda', per aver mentito sulla sua reale età, sul suo vero nome e sul suo grado di istruzione, dalle riviste Woman's Day, Women's Weekly, OK Magazine e New Weekly.

Ebbene il giudice John Nixton ha ieri condannato la Bauer Media a versare 3 milioni di euro nelle tasche della 37enne Rebel, in quanto diffamata e conseguentemente danneggiata.

«Rebel ha sempre sostenuto che non era una questione di soldi. Ma si era ripromessa di far pagare il conto alla Bauer Media».

Questo il commento immediato rilasciato dal legale della Wilson, Richard Leder, con l'attrice che ha già annunciato di voler devolvere in beneficenza l'intera cifra.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA&LIFESTYLE DI BLOGO