Grande Fratello Vip 2017, Simona Izzo concorrente (scheda e video)

"I radical chic come te hanno distrutto questo Paese": così il figlio Francesco Venditti la attaccò nella loro partecipazione a Pechino Express

simona-izzo.jpg

Simona Izzo è una delle concorrenti del Grande Fratello Vip. Forse una delle più attese e decontestualizzate, visto il mestiere di regista e sceneggiatrice e la sua presenza nello spettacolo da 50 anni senza battute d'arresto.

Nota anche come opinionista dei salotti tv pop, la Izzo si è già distinta come concorrente della prima edizione di Pechino Express, in cui ha gareggiato in coppia con il figlio Francesco Venditti. E' passata alla storia una delle loro liti con tanto di sentenza di lui: "I radical chic come te hanno distrutto questo Paese".

La Izzo troverà nei compagni di avventura facce nuove per il suo prossimo film? Una cosa è certa: si attendono in studio i suoi famosissimi parenti, dal marito Ricky Tognazzi alla nipote Myriam Catania passando per lo stesso figlio d'arte.

Proprio su Canale5 la Izzo ha firmato fiction di successo come Caro maestro e Papà prende moglie, in cui è stata tra le prime a portare sullo schermo storie di famiglie allargate.

La sua storica ex-fiamma resta, inoltre, Maurizio Costanzo, con cui ha convissuto.

Altro segno particolare della sua biografia, che tanto ha fatto discutere, è il lifting del 2016: la Izzo è stata tra le poche signore della tv ad ammettere di essersi ritoccata, affrontando a testa alta attacchi e critiche dopo una sua ospitata a Porta a porta in cui era reduce dal refresh.

Simona Izzo | Gf Vip 2017 | Dichiarazioni

Intervistata dal Tv Sorrisi e canzoni, la regista ha dichiarato:

"Partecipo per riposarmi un po' e per fuggire dalla mania di controllare le persone a me care. Ho la sindrome della 'sentinella'. Mi mancherà la mia famiglia, sono una monogama seriale e ormai anche ossessiva. Nella Casa porterò delle barrette dietetiche, foto, un oggetto o un indumento di ogni persona cara. Non mi spaventa nulla. Temo la smania esibizionistica del litigio. Il mio contributo sarà collaborativo: amo accudire. Detesto stirare ma mi piace lavare i piatti e pulire la cucina. Ai coinquilini infastidirà la mia logorrea, ma apprezzeranno il mio essere una mediatrice. So fare da paciere".

  • shares
  • +1
  • Mail