Gianluca Vacchi sui pignoramenti: "Pagherò se il tribunale lo stabilirà"

La versione di Gianluca Vacchi.

gianluca-vacchi-allontanato-dal-billionaire.jpg

Da giorni non si parla d'altro: Gianluca Vacchi, re dei social e simbolo dell'ostentazione del lusso e della bellavita, nei guai con le banche e pignoramenti su molti dei suoi beni, tra cui il golf club Casalunga di Castenaso. Ma come stanno realmente le cose?

L'imprenditore ha rotto il silenzio e ha parlato della sua situazione in un'intervista rilasciata al Quotidiano.net:

Ho ricevuto migliaia di commenti sui social network, con offese di ogni tipo, come se fossi in un crac finanziario. Invece è qualcosa che accade a migliaia di risparmiatori oggi... A prescindere dall’entità patrimoniale di ognuno di noi, se i tuoi consulenti ti dicono che ci sono state delle irregolarità nel conteggio degli interessi, mi sembra normale voler far chiarezza. E si è arrivati al contenzioso... Pignoramenti? Sono oggetto di mio reclamo e non riguardano né ville, né barche. L’istituto ha messo in campo i suoi strumenti, io pagherò se e nella misura in cui il tribunale riterrà. Su questo non si discute.

Ormai vero e proprio web influencer, ecco come Vacchi si spiega il suo grande successo sui social soprattutto tra i ragazzi:

Io ho sempre vissuto così. E sui social network non ho maschere, non ho costruito un personaggio virtuale che differisce dal reale. I social mi hanno solo aumentato la platea. Il problema è sociologico: i giovani vivono in un vuoto emulativo... Se fossi un giovane, in chi dovrei identificarmi? In un politico non credo, in un imprenditore della terza età che fatica a lasciare la poltrona nemmeno, gli sportivi sono a tempo determinato. Magari vedono in me qualcuno che ha fatto un po’ tutto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 251 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA&LIFESTYLE DI BLOGO