Cristina D'Avena: "Mi rimprovero di non essere diventata mamma. Prima o poi mi sposo"

"Ho 52 anni e mamma non lo sono ancora diventata. E ora questo tempo sta per scadere, me ne rendo conto. O mi arriva il miracolo da Sant’Antonio oppure… non lo so"

2017-05-19_112142.png

Intervistata da Intimità, che le dedica la cover, Cristina D'Avena si è definita una "gran giocherellona" nonostante a 52 anni si reputi "una persona matura e responsabile":

I problemi della vita cerco di affrontarli con la parte più “leggera” che ho dentro. Ciò mi aiuta a essere pacata nelle scelte e nelle difficoltà. Ed è proprio la bambina che c’è in me che mi aiuta a restare a galla, a non perdere il sorriso, a non farmi stritolare dalle preoccupazioni.

La cantante di tante sigle di cartoni animati cari ai bambini ha poi raccontato il suo dispiacere per non essere riuscita a diventare mamma:

Inizialmente il lavoro era quasi un gioco, ma quando è diventato una professione vera, qualcosa ho dovuto per forza lasciare indietro. Lo studio, certo, ma anche la possibilità di crearmi presto una famiglia. Ma se da ragazza mi dicevo “Appena divento più grande mi sposo e faccio dei bambini”, da adulta ho continuato a sognare una famiglia e dei figli ripetendomi però “C’è tempo”. Ed è stato proprio questo “C’è tempo” a fregarmi. Perché oggi ho 52 anni e mamma non lo sono ancora diventata. E ora questo tempo sta per scadere, me ne rendo conto. O mi arriva il miracolo da Sant’Antonio oppure… non lo so. Quindi ecco sì, il fatto di non essere diventata madre un po’ me lo rimprovero. In realtà potevo anche non sacrificare questa esperienza così importante per una donna, potevo fare un bimbo con il mio compagno, invece ho aspettato tanto, troppo. Non ci voglio nemmeno pensare più di tanto, perché non so come possa prendere il fatto che forse non diventerò mai madre. Mi rassegnerò a dire “Doveva andare così?” oppure me lo rimprovererò per sempre? La verità, comunque, è che nella vita non si può avere tutto...

E a proposito del matrimonio, anche questo non ancora arrivato:

Lo desideravo tanto quando c’era ancora papà e poi per tanti motivi, fra cui anche una crisi in corso, non abbiamo mai fatto questo passo. In questo momento comunque mi piacerebbe ancora l’idea di potermi mettere un giorno l’abito bianco. Papà non c’è più, ma c’è ancora mia mamma, lo farei anche per lei, oltre che per me. Non penso di sposarmi domani mattina, ma certamente è uno dei miei progetti, questo sì. Dunque, prima o poi…

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 406 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA&LIFESTYLE DI BLOGO