Ivana Spagna, parla la sosia Wanda Fisher a Domenica Live: "Non mi sono mai spacciata per lei. Sono una persona corretta"

La sosia della cantante veronese, intervistata da Barbara D'Urso.

wanda-fisher.jpg

Wanda Fisher, corista, cantante e sosia di Ivana Spagna, è stata accusata da quest'ultima di aver organizzato serate spacciandosi per lei e procurandole, quindi, un danno economico. Nell'ultima denuncia, la cantante veronese ha parlato esplicitamente di furto d'identità.

Vanda Radicchi, vero nome di Wanda Fisher, è stata intervistata durante la puntata odierna di Domenica Live, programma in onda su Canale 5, difendendosi dalle precitate accuse.

Wanda Fisher ha ammesso di aver partecipato a serate come sosia di Ivana Spagna ma ha aggiunto categoricamente di essersi sempre esibita con il suo vero nome:

Io ho iniziato la mia carriera come corista per Mina, Celentano, Vasco, Battisti... Poi sono passata alla dance e sono usciti i miei primi album. Avevo già quest'immagine. C'è stato un blocco della promozione dei miei album a causa della mia somiglianza con Spagna. Così ho cominciato a fare ospitate come sosia. C'è sempre stata molta serietà, non mi sono mai spacciata come Ivana Spagna, ho sempre dichiarato il mio vero nome. Se poi alcuni impresari hanno giocato su questa cosa, non è colpa mia.

Spagna ha accusato la Fisher anche di aver trattato male alcuni suoi fans. Anche in questo caso, la cantante e corista ha proceduto con una smentita secca:

Sono stanca di essere perseguitata. Non so cosa viene detto ad Ivana Spagna. Io tratto sempre bene i fans di Spagna che mi fermano. Io dico sempre che sono Wanda Fisher. Lei non se la deve prendere con me ma con gli impresari. Io ho sempre fatto le cose con correttezza. Non capisco l'accanimento nei miei confronti. Sono molto dispiaciuta.

Le accuse sono molteplici. Tra queste, c'è anche il ricorso alla chirurgia estetica per somigliare ancor di più a Ivana Spagna. Wanda Fisher ha smentito anche questa:

Lei mi accusa di furto d'identità. Quello che dice non è vero. Io non tratto male i suoi fans. Sono una persona sensibile, educata, corretta e disponibile. La gente mi dice di difendermi. Le persone sanno come mi comporto. Non ho mai fatto ritocchini per assomigliare a lei. Sono dispiaciuta per quello che dice.

Wanda Fisher ha terminato l'intervista, professando nuovamente la sua onestà professionale:

Nell'ultima denuncia, lei asserisce che io ho fatto una serata a Cinisello Balsamo spacciandomi per lei e guadagnano una bella somma. Non è vero. E' invenzione. Sono andata a divertirmi quella sera. A Ivana Spagna, le riportano cose false. A Roma, per una serata, mi sono presentata come Wanda Fisher. E' un accanimento, non posso più vivere così. Non deve tartassarmi così. Non sono una poveretta, sono una signora. Mai fatto cose disoneste.

  • shares
  • +1
  • Mail