Lino Banfi e Claudia Koll ricordano Laura Antonelli: "E' morta di solitudine"

Laura Antonelli ha voluto che Claudia Koll e Lino Banfi fossero i primi a essere avvertiti in caso di morte: i due amici la ricordano a L'Arena di Giletti.

banfi-koll-antonelli.jpg

Laura Antonelli è morta nel giugno 2015, ma la parabola triste di una delle icone sexy del cinema anni '70 e '80 ha sempre colpito l'immaginario degli italiani e la sua fine solitaria ha amareggiato chi l'ha amata e apprezzata.

A ricordarla a L'Arena di Massimo Giletti gli amici Lino Banfi e Claudia Koll, che le si è avvicinata proprio negli ultimi anni.

"L'ho cercata, ho cercato un'amicizia, disinteressata, perché potevo capire certi passaggi della sua vita. Volevo semplicemente volerle bene. Tutto il primo incontro l'ho passato con la testa sulla sua spalla per raccontarci quello che avevamo vissuto. Volevo trasferirle amore"

racconta la Koll a Giletti

, ricordando così come nelle ultime ore della sua vita, Laura Antonelli abbia letto la Bibbia, trovata accanto al suo corpo. L'attrice, del resto, si era molto avvicinata alla religione.

banfi-koll-antonelli_arena.jpg

Il comico pugliese ha condiviso parte della sua carriera con la bellissima attrice ed è sempre rimasto molto legato a lei. Anche quando lei si era ormai ritirata a vita privata, lui non mancava di salutarla in ogni intervista e in ogni sua apparizione televisiva, chiedendole di rifarsi viva.

"Un giorno un amico mi disse che forse avrei potuto incontrarla. La chiamai, lei mi pregò di non andare a trovarla a casa, ma poi riuscii a convincerla. Vederla fu un trauma. Completamente trasformata, con quella trisistezza negli occhi, la casa dimessa, senza tv, sentiva solo Radio Maria...".

Con lei, però, la Antonelli parlò di quello che era successo negli ultimi anni e di come si fosse ritrovata sola e senza soldi.

"Mi disse che tutti avevano approfittato di lei. Era circondata da una corte dei miracoli che la blandiva che diceva 'non ti preoccupare, i gioielli te li porto io al Monte di Pietà'... e invece sparivano"

ha raccontato Banfi. E infatti nel 2009 il Comune di Ladispoli, dove si era trasferita, l'aveva praticamente interdetta per tutelarla dagli approfittatori: venne così seguita da un avvocato con le funzioni di tutore, da un'assistente sociale e da una badante.

Non è bastato. A 73 anni Laura Antonelli è stata trovata morta per un infarto, con un biglietto in casa che recitava: "Se succede qualcosa avvertite Lino Banfi, Claudia Koll e mio fratello in Canada".

001_lino-banfi-larena-2016.jpg

"E' morta di solitudine, l'avevano abbandonata tutti. Questa così è morta..."

chiosa Banfi, con le lacrime agli occhi.

  • shares
  • +1
  • Mail