Fedez: "Il matrimonio? Non mi interessa burocratizzare un sentimento"

Il rapper intervistato da Grazia, in occasione del San Valentino alle porte.

fedez-giulia-valentina-fidanzata.jpg

San Valentino è ormai alle porte e per l'occasione il settimanale Grazia ha intervistato Fedez, che sarà l'autore di 40 bigliettini d'amore nei famosi cioccolatini della Perugina. L'intervista è chiaramente l'occasione per parlare d'amore, tante volte celebrato nelle canzoni del rapper, ma anche vissuto in prima persona al fianco della sua bella fidanzata, la modella Giulia Valentina. E Fedez rivela che lui - insieme alla fidanzata - San Valentino lo festeggerà:

Non c'è niente di male a celebrare le ricorrenze. Credo che ognuno faccia come si sente. Io lo festeggio con la mia ragazza e penso che possa rafforzare la vita di coppia.

L'amore non si celebra però solo a San Valentino, il 'ti amo' andrebbe detto sempre, quando il sentimento c'è. E Fedez giura di averlo sempre fatto, anche se magari non a parole:

Non me lo ricordo. Forse a 16 anni, alla mia ragazza di allora: comunque l'ho detto perché lo provavo... L'ho detto raramente, perché ho avuto poche fidanzate. E poi perché ci sono tanti altri modi per esprimere un sentimento, non solo attraverso le parole.

Il sentimento, comunque, per il rapper non è qualcosa che si può 'ingabbiare':

Non credo nel matrimonio. Non mi interessa "burocratizzare" un sentimento.

Quanto al romanticismo, Fedez rivela di avere un modo tutto suo per esserlo. Anche perché alcune cose proprio non le può fare, né a San Valentino né in altre occasioni:

Non posso certo portare la mia fidanzata a Venezia in mezzo a una piazza, perché ci fermerebbero in troppi. E non sono neanche il tipo che organizza una cena a casa disseminando candele dappertutto. Escludo anche i fiori, perché a Giulia non piacciono. Insomma, non so se sono un uomo romantico in senso classico. Forse io e la mia fidanzata lo siamo in un modo tutto nostro.

Un modo che non include però troppe smancerie, visto che lui non ama molto il contatto fisico:

No. Le faccio un esempio: mi dà fastidio che qualcuno mi tocchi il viso. Con Giulia sono affettuoso, ma il giusto: insomma, non passiamo certo mezza giornata a baciarci. Magari quando torna a casa l'abbraccio, ma poi non stiamo otto ore incollati l'uno all'altra.


Questo però non impedisce alla coppia di aver trovato un equilibrio tutto suo:

Io e Giulia non litighiamo spesso. Ma non c'è una formula magica, un programma scritto per far funzionare una coppia.

E in questo non possiamo che essere d'accordo con lui.

  • shares
  • +1
  • Mail