Federica Lepanto: "La frase di Rebecca? Come girare il coltello nella piaga. Livio e Rossella non li vedo simili"

Federica Lepanto e le opinioni sugli ex coinquilini del GF 14.

federica-lepanto-2015.jpg

I rancori e le antipatie (più che le amicizie) nati all'interno della Casa sono ancora un argomento goloso per le interviste ai concorrenti del Grande Fratello 14. La vincitrice Federica Lepanto è senza dubbio una delle più ricercate e conta un largo numero di fan che la segue anche a telecamere spente.

Ospite di Giada Di Miceli a Radio Radio, la Lepanto ha risposto in modo schietto alla domanda su Rebecca De Pasquale che - ricordiamolo - nei confessionali aveva usato frasi poco carine nei suoi confronti, soprattutto alla luce dei racconti drammatici della concorrente salernitana, e ha definito Simone Nicastri come il personaggio positivo di questa edizione:

Il personaggio positivo per me, sarà che sono di parte, sarà che sceglie anche il cuore, è Simone, perché a parte che ha un cuore veramente grande, un cuore d’oro, è anche una persona che usa il senno, quindi è una persona che intellettivamente era vicino a me. Ma come lui anche Kevin Ishebabi e Jessica Vella che sono venuti fuori puliti. Se te ne devo dire uno solo, ti dico Simone. [..] Io una frase non sono riuscita a farmi scendere: “Bisognerebbe sentire l’altra faccia della moneta!”, questa è una frase che mi ha shockata e che mi rimbomba un po’ nel cervello, che ho sentito da una persona che per me era una persona positiva all’inizio e che dopo quella frase per me è stato un po’ come rigirare il coltello nella piaga, ma non mia, di tutte le persone che in qualche modo si sono potute trovare in difficoltà nella vita. Rebecca De Pasquale per me si è bruciata tutto il bel percorso che aveva fatto fino ad allora.

Tornasse indietro c'è una cosa che cambierebbe: stringerebbe subito la mano a Lidia Vella. Un gesto mancato che - secondo Federica - è all'origine di tutti i contrasti nati nel reality:

Se devo dire quello che non rifarei, cercherei di ricordarmi quel saluto, perché i problemi che mi ha creato quella mano mancata subito, perché poi gliel'ho ridata a Lidia Vella dopo neanche due tre minuti.. È che lì per lì mi è proprio sfuggita, l’unica cosa che farei se potessi tornare indietro mi presenterei a Lidia, perchè quella è stata l’unica cosa che ho da rimproverarmi, un gesto che è passato come maleducazione e io sono una persona educata… Colgo ancora l’occasione per chiedere scusa di questo mancato saluto, però credetemi che ero più spiazzata delle persone che mi stessero guardando, non avevo neanche capito che Lidia fosse una concorrente, all’inizio non avevo neanche capito che fosse Lidia...

Infine, non è mancato un commento alle vicende dei due ex gieffini Rossella e Livio che si sono ritrovati a Uomini e Donne:

Io sono per le coppie un po’ strane, non sono per i soliti cliché. Sono molto diversi, sono sicuramente due caratteri un po' agli antipodi, non li vedo simili, però dalla diversità a volte può nascere qualcosa di bello, quindi se sono sinceri... Io per come ho conosciuto entrambi non resisterebbero tanto, però potrebbero diventare una bella coppia. A mio gusto per Rossella vedo qualcosa di diverso da Livio e anche per Livio vedo più una figura come Barbara, una tipa estroversa in quel senso come lei, per Rossella vedo una persona più posata.

  • shares
  • +1
  • Mail