Marco Baldini: "Devo ridare 500mila euro a otto persone. Non sono strozzini. Sono uscito fuori dal gioco"

Il conduttore radiofonico è stato intervistato a Domenica Live.

marco-baldini-domenica-live-2015.jpg

Dopo la notizia riguardante la vendita del proprio smartphone a causa dei suoi arcinoti problemi economici, Marco Baldini è stato nuovamente ospite in tv, precisamente a Domenica Live, programma in onda su Canale 5, per svelare gli ultimi dettagli, rimasti fino ad oggi celati, di questa sua amara vicenda.

Il conduttore radiofonico è entrato nei dettagli e ha svelato l'ammontare del proprio debito; con un paio di servizi, inoltre, Baldini ha mostrato il proprio stile di vita attuale e la casa che divide con un amico di vecchia data, anch'egli in difficoltà economica; infine, è andata in onda un video realizzato da una creditrice decisamente arrabbiata con Baldini.

Andiamo, però, per ordine.

Marco Baldini, come ha già fatto più volte in passato, ha precisato che la notizia della vendita del suo smartphone non è stata resa nota per suscitare compassione:

Ho venduto il cellulare, ho dovuto farlo. Il popolo della rete mi fa a fette perché pensa che io voglio suscitare compassione e farmi aiutare. Io non ho mai chiesto aiuti e ho sempre rifiutato le collette. I gesti di solidarietà servono per le persone che hanno veramente bisogno. Io non riesco a scindere quello che sono dal personaggio pubblico. In radio, raccontavo i fatti miei e continuo a farlo anche in rete.

Baldini ha anche spiegato perché si rifiuta a cercarsi un lavoro "normale":

Le vittime sono le persone che devo pagare. Ho smesso di fare il "cretino". In tanti, mi scrivono di cercare un lavoro normale, una scelta che mi consentirebbe di vivere. Se io invece mantengo in vita il mio personaggio, potrei trovare un lavoro più importante e pagare le persone che stanno aspettando i miei soldi. Se facessi un lavoro normale, non riuscirei a pagare i miei debiti. Se lavorassi in tv o in radio, riuscirei a pagare le persone.

Il conduttore radiofonico, quindi, ha svelato la cifra esatta da restituire ai creditori:

Devo ridare all'incirca mezzo milione di euro. Nella mia vita, ho restituito cinque milioni di euro. Non mi sono giocato cinque milioni di euro ma è il risultato di tutte le conseguenze. Il gioco è come la droga. E' una voglia di autodistruggersi. Ho fatto un periodo di analisi e ho capito che giocare era un modo per autodistruggermi in modo inconscio. Quando ti infili in un tunnel del genere, dopo vent'anni è ancora difficile uscirne.

Baldini ha anche giurato di essere uscito fuori dal tunnel infernale del gioco compulsivo:

Io sono uscito fuori dal gioco. Per sempre? Spero di sì. Se ho qualche soldo da parte, non me li gioco. Ho imparato a dare il giusto valore ai soldi.

Riguardo i creditori, invece, Marco Baldini ha dichiarato di non essere vittima di strozzini:

Devo 500mila euro a 7-8 persone. Sento queste persone costantemente. Non scappo, non mi nascondo. A volte mi eclisso per qualche giorno, solamente per pensare a cosa posso fare. Non sono persone di malaffare. Sono amici o ex amici che, dandomi una mano, sono entrati anche loro in difficoltà. Non sono strozzini.

Successivamente, sono andati in onda i servizi precitati. Per Baldini, uno stile di vita modesto non è un problema:

Il mio non è un problema di come vivo, non mi interessa, mi sento fortunato. Il mio problema è avere un lavoro che mi consenta di ridare indietro tutti i soldi. Io ho imparato a vivere con zero. Ho fatto piccoli lavoretti, ci sono amici che mi aiutano, amici che mi offrono le cose. Grazie a loro, ho vissuto in maniera decorosa. Divido una casa con un amico di vecchia data che non mi ha mai chiesto un euro.

Riguardo Fiorello, invece, Baldini sa che, con il suo famoso sfogo, potrebbe aver ferito irrimediabilmente il suo ex partner professionale:

Fiorello? Il mio sfogo riguardava tutte le persone che mi chiedevano di lui. Ci sono state scelte personali che non mi sono piaciute e per questo ho interrotto il rapporto con lui. Se uno è in difficoltà, l'altro non è costretto a fare dei passi verso di lui. Fiorello mi ha sempre fatto lavorare. Magari reputava che quello che non era il modo giusto per aiutarmi. Ero ad un punto del tunnel dove sarei uscito soltanto con una spinta. Non ci siamo più sentiti. Sicuramente con quelle frasi l'ho colpito, Fiorello è una persona sensibile.

Al momento, Baldini lavora saltuariamente per andare avanti ma è deciso a trovare un impiego nello spettacolo:

Lavoro saltuariamente. In rete, ricevo provocazioni. Una volta mi dissero che stavano cercando commessi in un magazzino, io mi mostrai interessato e poi venni a sapere che era una provocazione. Si divertono a provocarmi pensando che io non sia così umile da fare un lavoro umile. C'è un amico che mi ha fatto lavorare per una settimana alle revisioni. Non l'ho fatto sapere in giro perché, per pagare le persone, io devo fare il mio lavoro: stare in tv, stare in radio o scrivere. Io farei anche il commesso a 1500 euro, se avessi i soldi per pagare i miei debiti.

A questo punto dell'intervista, è andata in onda un'altra intervista riguardante una creditrice che ha accusato Baldini di averla soggiogata al fine di prestargli denaro. La creditrice in questione, di nome Alessandra, ha prestato a Baldini una cifra pari a 9.850 euro.

Baldini ha risposto così:

Tante persone vogliono cercare pubblicità tramite la tv. Questa persona mi propose un aiuto, voleva che mi trasferissi da lei. Io le dissi no, aggiungendo che se avesse voluto aiutarmi, io non avrei potuto restituirle i soldi a breve. Io non volevo i suoi soldi, lei ha insistito tante volte. A più riprese, nel corso del tempo, si è offerta di aiutarmi e mi mandava piccole somme. Io ho sempre detto di non sapere quando potevo restituirli. Se avrò modo, le restituirò tutto.

Marco Baldini entrerà nel cast fisso di Domenica Live a partire dalla ripresa del programma a gennaio.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1649 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: