Sandra Bullock, l'ex marito Jesse James torna a parlare della fine della loro storia

A cinque anni dal divorzio, Jesse James torna a parlare

LOS ANGELES, CA - FEBRUARY 26:  Actress Sandra Bullock and husband Jesse James in the audience during the 41st NAACP Image awards held at The Shrine Auditorium on February 26, 2010 in Los Angeles, California. (Photo by Christopher Polk/Getty Images for NAACP)

Jesse James, l'ex marito di Sandra Bullock, è tornato a commentare la fine dell'unione con l'attrice Premio Oscar. Come ricorderanno i lettori più attenti, nel 2010 il buon vecchio Jesse venne pizzicato a sbattersi una spogliarellista come se non ci fosse un domani, fregandosene altamente del vincolo di fedeltà coniugale che lo legava alla Bullock dal 2005.

Ospite del programma In Depth with Graham Bensinger, il 46enne esperto di macchine ne ha approfittato per ribadire il suo status di vittima ("poverino").

Fui costretto a stare di fronte ai media e prendermi la piena responsabilità di quanto fatto. E la presi tutta, il 100%. Nessuno fa così: tutti cercano di negare. Io sono il tipo che ha rovinato il proprio matrimonio perché si è fatto una spogliarellista. La mia personalità deve avere un problema se ho pensato che fosse ok comportarsi così.

James ha poi espresso rammarico per aver definitivamente perso l'occasione di crescere Louis, il figlio adottato dalla coppia poco prima di divorziare e ormai affidato completamente alle cure della celebre madre.

A detta dell'uomo, la sua conclamata infedeltà non gli sarebbe dovuta costare il pupo. Eppure così è stato e adesso Sandy è l'unica responsabile dell'educazione del piccolo Louis.

Il tempo passa, ma Jesse James sembra ancora far fatica ad accettare quanto successo. Noi ricordiamo quando, appena un anno dopo essere stato scoperto con il pene in fuorigioco, se ne uscì con questa dichiarazione:

I media hanno dipinto la cosa in maniera decisamente negativa ma ho avuto il sostegno di tutti perché sì, ho tradito mia moglie, ma anche molte altre persone hanno fatto così. Significa che sono il diavolo? O che sono Satana? Non penso proprio. Ho fatto un errore e me ne dispiaccio ma l'ho confessato. Non ho mentito al riguardo o fatto alcun tipo di stronzata.

Cos'è? Vuole anche l'applauso, per caso?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail