Miriam Leone e gli stalker: "Mi sono difesa chiudendo il profilo Facebook e cambiando casa"

Miriam Leone intervistata da Vanity Fair, tra lavoro, amore e famiglia.

Generated by  IJG JPEG Library

Da domani Miriam Leone torna in tv da protagonista di una nuova fiction, Non uccidere, serie noir in onda su Rai Tre. Intervistata da Vanity Fair, l'attrice ed ex Miss Italia, parlando del suo ruolo - quello di ispettore di polizia della sezione omicidi - racconta di come anche lei, in alcuni occasioni, sia stata vittima di episodi spiacevoli che come donna l'hanno spaventata:

Ho avuto problemi con degli stalker. Uno mi mandava in continuazione sui social foto del suo membro in tutte le condizioni immaginabili: irsuto, glabro. Un altro mi aspettava ogni sera sotto al portone. Mi sono difesa chiudendo il profilo su Facebook e cambiando casa. Quello è il luogo che più di ogni altro bisogna sentire sicuro.

Parlando della fiction, invece, racconta di aver per la prima volta recitato senza trucco, come chiesto dal regista. E, vedersi «sbattuta e imperfetta» alla fine le è piaciuto:

La prima volta che mi sono rivista, no. La seconda mi sono detta: “È così che sei quando fai colazione ogni mattina”. E poi ormai mi prendo la libertà anche di non piacere. È stata una rivoluzione gentile.

Una 'rivoluzione che Miriam racconta così:

Compiere 30 anni ha fatto sì che finisse in me quella fase di “carineria” per cui non dici mai un no, non vuoi dispiacere a nessuno, non fai che compiacere.

In 1992, altra serie tv di successo in cui l'abbiamo vista recentemente, non sono mancate le scene di nudo e di sesso. E per lei - brava ragazza - non sono state facili. Così come non lo sono state per il fidanzato Davide Dileo in arte Boosta, tastierista dei Subsonica:

È stato difficile, lo è stare con chi fa il mio lavoro. Ma due persone che si amano superano tutto quello che non perdoneresti mai a uno di passaggio.

Ora la preoccupazione della Leone è solo una: evitare che suo padre - che non ha Sky - veda 1992 una volta che andrà in chiaro. Ci riuscirà?

  • shares
  • Mail